Punti di vista. Marano, basta un acquazzone per mandare in tilt la città

0
2.205 Visite
Sono bastati 10 minuti di pioggia copiosa e le strade della città sono diventate fiumare. Un po’ di pioggia copiosa non paragonabile alle bombe che hanno caratterizzato i territori del nord e del centro Italia che hanno prodotto danni e morte. Eppure un po’ di copiosa pioggia che ha mandato in tilt la viabilità della nostra città, con strade allagate, tombini saltati e strade impraticabili. La colpa di questa incuria non può essere addebitata al cambiamento atmosferico dovuto al surriscaldamento della crosta terrestre ma alla sciatteria amministrativa del nostro Comune. Sono anni che le caditoie non vengono pulite e basta un po’ d’acqua a mettere in crisi la mobilità della nostra cittadina. Basta percorrere le strade della città per rendersi conto dell’ incuria in cui versa l’ ambiente urbano, marciapiedi diventati dei veri cespugli dove il viandante deve scendere in carreggiata a rischio della propria incolumità per proseguire e raggiungere la propria meta, strade diventate vere pattumiere dove lo spazzino o la spazzatrice oramai sono vere chimere. E nonostante tutto questo macello i cittadini pagano esose bollette per lo spazzamento e il decoro urbano. Quando il rispetto del cittadino a poter vivere in una comunità vivibile e a misura d’ uomo? Questa la domanda indirizzata al Prefetto Palomba nella speranza che presto si accorga che a nord di Napoli vi è una cittadina “Marano” che chiede vivibilità, strumento, questo, per sconfiggere il malaffare e la camorra.
Michele Izzo.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti