Mertens saluta la città: “Ho sperato nel Napoli fino in fondo, mai alla Juve”

0
603 Visite

Sui social è sorridente: è questa l’immagine (di scugnizzo anche un po’ furbo) che vuole resti di sé. «Non è un addio, ma un arrivederci», saluta cosi i napoletani dal divano di casa con il figlio tra le braccia in un post su Instagram. «Non avrei voluto finisse così, ma sono orgoglioso di essere stato uno di voi. Orgoglioso che mio figlio Ciro, nato a Napoli, potrà sempre dire: è la mia terra. Eppure Dries Mertens quando ha lasciato Napoli, lo scorso week end, ha pianto. Chi lo ha incrociato assicura che così amareggiato non lo ha visto mai. È tornato in città dopo le vacanze con la moglie Kat e il figlio Ciro Romeo, immaginando anche di poter parlare ancora con Aurelio De Laurentiis. Altro che Juventus, lui ha sperato ancora nel Napoli. L’esterno belga aveva alzato la posta nei mesi scorsi, o meglio lo avevano fatto i suoi legali attraverso una mail inviata al presidente del Napoli che aveva quasi il tono di un ultimatum. Non erano bastati i 2,5 milioni di ingaggio per un anno (bonus compresi) che la società era disposta a corrispondergli. E, allora, forte del rapporto personale con De Laurentiis, si era convinto di poter trattare ancora. Da solo, stavolta.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03