Abbandono scolastico, Alessandra Caldoro: “Va punito chi ha chiuso le scuole e non le famiglie”

0
680 Visite
“Abbassare l’età imputabile, revocare il reddito di cittadinanza o addirittura togliere la
patria potestà ai genitori che non fanno rispettare gli obblighi scolastici ai figli non è la strada da percorrere per contrastare l’abbandono scolastico e l’aumento della criminalità minorile. Premesso che il reddito di cittadinanza è una misura da cambiare, quelle famiglie, quei ragazzini vanno innanzitutto aiutati concretamente non puniti. Ancor più all’indomani delle illegittime chiusure delle scuole ordinate da De Luca durante l’emergenza Covid.
Le chiusure prolungate sono infatti correlate sia all’abbandono scolastico che all’aumento della criminalità minorile e il tentativo del governatore, che ha trovato buona sponda in Manfredi, Fortini e Filippone, di gettare tutta la colpa e la responsabilità sulle famiglie è inaccettabile. Più che alle famiglie, le misure punitive applicate a loro e a tutti quelli che non hanno difeso la scuola, presidio di legalità”. Lo afferma Alessandra Caldoro, componente  del coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia Napoli.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03