Napoli, Marino (presidente Municipalità 2): “Scuole Borsellino e Gianturco disponibili per le vaccinazioni ai bambini”

0
862 Visite

In commissione Istruzione, presieduta da Aniello Esposito, è stato fatto il punto sullo stato dell’edilizia scolastica nella Municipalità 2, alla presenza del presidente Roberto Marino e del dirigente responsabile dell’ufficio tecnico Benedetto De Vivo.

“Sono 42 le scuole della Municipalità 2, divise in 24 plessi di cui due nidi”, ha illustrato il presidente della Municipalità 2, Roberto Marino. “I 95mila euro assegnati dal Peg (Piano Esecutivo di Gestione) 2021 per la manutenzione ordinaria sono insufficienti, considerando numero e tipologie di intervento” ha aggiunto. “Inoltre, l’esiguità dei fondi impedisce la realizzazione dei necessari interventi strutturali. La somma minima – sottolinea Marino – per garantire l’eliminazione di barriere, la messa in sicurezza e l’asseverazione antincendio sarebbe di 375mila euro”. In conclusione, Marino ha annunciato che i plessi scolastici Borsellino di via Cosenza e Gianturco di via Girardi possono diventare hub vaccinali per i minori dai 5 agli 11 anni. 

Benedetto De Vivo, dirigente dell’ufficio tecnico della Municipalità 2, ha segnalato il problema delle scuole di proprietà comunale che insistono nei condomini, commistione che rende difficile effettuare rapidamente i lavori di manutenzione.  De Vivo ha precisato che la Municipalità parteciperà ai bandi del Pnrr, dei fondi europei co-finanziati dalla Regione Campania e del Patto per Napoli per effettuare interventi straordinari nelle scuole situate in immobili di proprietà comunale. De Vivo si è anche soffermato sulla situazione della scuola ospitata nel complesso monumentale di Sant’Eligio, chiusa dal 2020; si tratta di un bene di prestigio in condizioni precarie, a rischio di incendio a causa della presenza di documenti d’archivio abbandonati all’interno dei locali.

Unanime la richiesta dei commissari di valorizzare il complesso di proprietà comunale. Per Maria Grazia Vitelli (PD) è possibile prevedere una destinazione d’uso diversa da quella scolastica. “È auspicabile una ricognizione generale per avere le informazioni necessarie a interloquire efficacemente con il Servizio Patrimonio”, ha puntualizzato Salvatore Flocco (M5S). 

Toti Lange (Misto), pur condividendo le motivazioni della proposta di Flocco, ha chiesto di concentrare le energie della commissione affinché Sant’Eligio sia inserito subito tra gli interventi di riqualificazione urbana previsti dall’Amministrazione Comunale per il Centro Storico Unesco. Nelle prossime settimane, ha annunciato il presidente Aniello Esposito, la commissione terrà un sopralluogo nel complesso di Sant’Eligio e sarà convocata una riunione congiunta con la commissione Bilancio sui problemi che coinvolgono il Patrimonio.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti