La testimonianza di una lettrice: la gestione covid vista dalla Spagna così diversa dall’Italia

0
655630020
724 Visite

Pubblichiamo lettera di una nostra lettrice sulla situazione covid in Spagna:

Caro Direttore,

come ti ho anticipato, in Spagna dopo il primo lockdown mondiale, hanno riaperto tutto: ristoranti, centri commerciali, palestre, scuole. Ovviamente con alcune limitazioni di sorta, ma hanno sempre deciso di lasciare aperto con i pro e i contro del caso. Anche in Spagna gli ospedali sono al collasso, o i centri de salud (che corrispondono alle nostre Asl più o meno) sono in ritardo con gli adempimenti nei confronti degli ammalati. Ma è normale. Si parla di SEXTA OLA (SESTA ondata) ma, nonostante ciò, oggi le scuole hanno riaperto sebbene con pochi utenti ed hanno inviato la nuova circolare secondo cui, in base alla scorsa decisione del governo risalente al 5 gennaio, le classi andranno in dad solo dopo 3 o più casi di contagio (a dicembre vigeva il criterio in base al quale con 1 contagio scattava la dad). Se ci si ammala, e si è asintomatici, la quarantena dura 7 giorni e si è “liberi ” senza tampone negativo…accettano comunicazioni di malattia anche col risultato del semplice antigenico e durante la quarantena ti contattano per ricevere aggiornamenti circa lo stato di salute. Ovviamente anche in Spagna ci sono falle e ritardi ( ma è normale data la confusione mondiale) ma ti posso garantire che anche i TG ti presentano i fatti con scioltezza e non incentrano le notizie solo sul covid. Il problema c’è, ma si avverte di meno. Questa è la sensazione. Gli stessi spagnoli dicono che in Italia siamo folli. Ah! Lo scorso anno, quando in Italia c’erano zone colorate e mini lockdown, in Spagna c’era il confinamento all’interno della comunità autonoma ma con la possibilità di andare al museo, di uscire e andare al ristorante (oltre a poter fare tutto il possibile immaginabile) e soprattutto mia figlia ha frequentato la scuola SEMPRE in presenza fino all’11 giugno”.

Lettera firmata

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03