Bimbo nasce a 21 settimane e vince il Guinnes World Record di prematurità

0
388 Visite

Il piccolo Curtis aveva un gemello, C’Asya, che invece non ce l’ha fatta. Secondo i medici e le statistiche, Curtis non aveva alcuna chance di sopravvivere, ma ha adesso ha compiuto 16 mesi e sta bene, seppur necessita ancora di ossigeno supplementare e di un sondino per l’alimentazione.

 

Curtis ha ridotto di 24 ore il record precedente, detenuto da un bambino del Wisconsin, Richard, nato appena un mese prima a 21 settimane e 2 giorni, riferisce la ‘Bbc’ online. E prima di Richard, il primato di bebè più prematuro di sempre era rimasto imbattuto per 34 anni (lo deteneva un bambino nato a Ottawa, in Canada, a 21 settimane e 5 giorni).

 

Come riporta la Bcc, sua madre, Michelle Butler, è entrata in travaglio ed è stata ricoverata d’urgenza in ospedale il 4 luglio 2020, per poi dare alla luce due gemelli, Curtis e C’Asya, all’ora di pranzo del giorno successivo. C’Asya purtroppo non ce l’ha fatta ed è deceduta l’indomani dalla nascita.

Curtis, invece, con meno dell’1% di possibilità di farcela, è riuscito a sopravvivere.

Dopo 3 mesi di terapia intensiva gli è stato staccato il ventilatore polmonare, per poi essere dimesso dall’ospedale lo scorso aprile, dopo 275 giorni di ricovero.

“Ci sono stati giorni in cui non eravamo sicuri che sarebbe sopravvissuto”, ha dichiarato Sumita Gray, un’infermiera che si è presa cura di Curtis nei suoi primi mesi di vita.

 

“Era il bambino più piccolo con cui avessimo mai lavorato, ma sapevamo di avere le risorse e le competenze per supportare Curtis e sua madre. Eravamo determinati a vederlo tornare a casa”

“Essere riuscita a portare finalmente a casa Curtis e sorprendere i miei figli più grandi con il loro fratellino è un momento che ricorderò per sempre”, ha dichiarato la signora Butler, che abita nelle zone rurali di Eutaw, in Alabama.

Il dottor Brian Sims, neonatologo dell’Università dell’Alabama a Birmingham che ha supervisionato il parto, ha dichiarato al Guinness World Records: “Faccio questo lavoro da quasi 20 anni, ma non ho mai visto un bambino così giovane forte come lui”

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03