Marano, i tre ex sorveglianti del settore rifiuti ricorrono al giudice del lavoro. Furono dirottati all’acquedotto. A dicembre la discussione

0
1.643 Visite

Si discuterà il 13 dicembre il ricorso, dinanzi al giudice del lavoro, promosso dai legali di tre dipendenti comunali che fino a qualche mese fa erano impiegati in qualità di sorveglianti del settore igiene urbana. Avevano, in pratica, il compito di vigilare sulla corretta esecuzione del servizio da parte della ditta Tekra, che a Marano lo gestisce per conto del Comune.

I tre, Abbatiello, Del Prete e D’Avino, con un ordine di servizio firmato dai vertici del Comune di Marano furono dirottati al servizio acquedotto. Da quel giorno si occupano, in particolare, di notificare ai cittadini gli inviti e gli atti derivanti dalla mancata contrattualizzazione con l’ente comunale.

Al posto dei tre non fu individuato alcun altro dipendente e ciò sollevò non poche polemiche, poiché i controlli sull’azienda si sarebbero, da quel momento, notevolmente affievoliti.

I legali dei tre dipendenti, ritenendo illegittimo lo spostamento dei loro assistiti, hanno depositato un ricorso (ex articolo 700) con il quale si chiede la revoca degli atti che portarono al loro spostamento da un comparto all’altro del municipio e il contestuale reintegro degli stessi nel precedente settore di appartenenza.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03