Maresca incontra i suoi eletti: verso la soluzione il rebus gruppi e capogruppo Fi

0
761 Visite

Napoli, 29 ottobre – “Oggi ho incontrato tutti i colleghi consiglieri comunali eletti nel progetto Maresca (tranne Brescia che era fuori città e che ho visto ieri). Gli ho fatto gli auguri e ci siamo subito proiettati sugli argomenti che porteremo in consiglio comunale e sulle proposte che sosterremo con forza e determinazione. Gli ho ribadito che il mio impegno sarà totale nell’interesse della città e dei tanti cittadini che ci hanno scelto.” Serra i ranghi delle proprie fila, Catello Maresca, neocapo dell’opposizione in Consiglio Comunale. Ha incontrato in mattinata tutti gli eletti della sua coalizione per prepararli sulle strategie da adottare collegialmente nel prossimo Consiglio Comunale, pronto ad essere convocato ad horas. Maresca sarà con buona probabilità il capogruppo di un gruppo consiliare costituito dai soli eletti civici Rosaria Borrelli di Essere Napoli e Bianca D’Angelo di Napoli Capitale. L’alternativa sarebbe lasciarli confluire nel Misto con Antonio Bassolino e Alessandra Clemente, dove le sirene della maggioranza del sindaco Manfredi si sentirebbero più forti. Non farà parte di questo gruppo Rosario Palumbo, eletto con la lista Cambiamo, il movimento politico del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, confluito in Coraggio Italia, il partito fondato dal sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro.

Coraggio Italia avendo una rappresentanza in Parlamento, consente a Palumbo di costituire un gruppo consiliare a sé. Stesso discorso per Giorgio Longobardi, unico eletto di Fratelli d’Italia. Le due componenti del gruppo “mareschiano”, Essere Napoli e Napoli Capitale, due movimenti civici animati da vecchie conoscenze della politica campana come Alfredo Vito nel primo caso ed Enzo Rivellini per il secondo, conserveranno comunque una loro autonomia. Che tradotto dal politichese non significa che vi sarà sempre unità d’intenti quando si tratterà di votare dei provvedimenti. L’interlocutore politico privilegiato di Maresca resta comunque Forza Italia, che è l’unico partito di centrodestra in Sala dei Baroni che può contare una rappresentanza al governo del Paese. Il capogruppo degli azzurri, quelli originali e non “Per Napoli” che sono invece in maggioranza con Manfredi, sarà l’esperto Salvatore Guangi, già vicepresidente uscente del Consiglio Comunale, e non il più giovane Domenico Brescia come ipotizzato in un primo momento dal partito locale.

La nostra sarà un’opposizione seria, competente e costruttiva. Controlleremo, vigileremo, ma proporremo anche le nostre idee convinti di poter rappresentare un valore aggiunto per la nostra città. Grazie a Bianca, Rosaria, Iris, Salvatore, Rosario, Giorgio e Domenico per lo spirito e la voglia con cui vi proiettate in questa nuova esperienza. Ci sarà tanto da lavorare e noi siamo pronti”, ha scritto Maresca sui social posando per una foto con i suoi nuovi colleghi.

© Copyright Emiliano Caliendo, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03