Insigne-Napoli, la fumata è ancora nera

0
302 Visite

Il Napoli è disposto a spingersi a 4.6 milioni di euro per 5 anni, Insigne ne chiede 6. Ma la vera novità è la proposta di un bonus da 7 milioni di euro per il cartellino, una sorta di riconoscimento per essere rimasto nel club azzurro senza prendere accordi con altre società nonostante il contratto in scadenza. Da qui la brusca frenata di AdL: ecco perché la rottura tra le parti, con Insigne in scadenza nel 2022, è uno scenario da mettere in conto. C’è stato più di un incontro in estate tra Luciano Spalletti e il presidente Aurelio De Laurentiis per parlare proprio del futuro di Insigne, ma nessuna schiarita c’è stata.

In caso di mancata fumata bianca per il rinnovo, Inter e Manchester United sarebbero pronte ad affondare il colpo per Insigne. Entrambe molto allettate dall’idea di dovergli pagare solo lo stipendio e non il prezzo del cartellino, ingaggiandolo appunto in estate a parametro zero. I nerazzurri ci avevano provato già in estate, mentre gli inglesi godono della curiosità del diretto interessato che non ha mai nascosto il desiderio di provare un’esperienza in Premier League. Presto scopriremo il futuro del capitano del Napoli, sempre più vicino all’addio ai suoi colori.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03