Election Day Napoli. Tutto quello che vi serve sapere sulle elezioni a Napoli

0
657 Visite

Napoli, 3 ottobre- Oggi domenica 3 ottobre, dalle 7.00 alle 23.00, e lunedì 4 ottobre dalle 7.00 alle 15.00, si vota per le elezioni amministrative di Napoli. Con eventuale ballottaggio domenica 17 e lunedì 18 ottobre. 776.751 i cittadini napoletani che a questa tornata potranno esercitare il proprio diritto di voto per scegliere il loro nuovo sindaco e rinnovare il Consiglio Comunale. Nel 2016 l’affluenza al primo turno fu al 54,12%. Poco più della metà dell’elettorato, che al ballottaggio crollò al 36%. Nel 2011 la crescita dell’astensionismo fu addirittura decisiva, andando a penalizzare il candidato del centrodestra Lettieri, che con l’affluenza che passò dal 60% al 50% tra il primo e il secondo turno, perse anche i 10 punti di vantaggio nei confronti di quello che poi divenne il sindaco per un decennio: Luigi de Magistris. Gli aspiranti sindaci a questa tornata sono ben sette. Per il centrosinistra che comprende per la prima volta il M5S insieme al Pd, l’ingegnere- ex rettore della Federico II e Ministro dell’Università del Conte bis- Gaetano Manfredi. Tredici le liste a suo sostegno. Per il centrodestra il magistrato Catello Maresca, che si propone però come civico con il suo “Progetto Napoli” con 9 liste. C’è poi l’indipendente civico e di sinistra, Antonio Bassolino, vecchio leone della politica campana, già sindaco e governatore regionale che è sostenuto da 5 liste. Come espressione dell’amministrazione uscente si è candidata l’ex assessore ai Giovani, Alessandra Clemente con 3 liste. Poi ci sono gli outsider: Matteo Brambilla, candidatosi in conflitto con i vertici del M5S nazionale, e che ha dato vita alla sua lista Napoli in Movimento-No Alleanze. Infine, Rossella Solombrino dei meridionalisti di Equità Territoriale, e il candidato no vax del Movimento 3v, Giovanni Moscarella.

Per tutta la giornata di ieri ha regnato il panico nei diversi seggi a Napoli per la mancanza di scrutatori ma soprattutto di presidenti di seggio. Troppi i rinunciatari tra chi ha scelto di non presentarsi proprio e chi ha deciso di rinunciare ai 180 euro di compenso previsti, pagati però a 120-150 giorni. Solo nella notte il Comune di Napoli ha comunicato di aver completato tutte le sostituzioni. Sono stati sostituiti 258 Presidenti di seggio che hanno rinunciato alla nomina. Saranno quindi in totale 282 le surroghe dei presidenti di seggio rispetto alle 250 delle scorse consultazioni elettorali regionali. Prosegue intanto l’apertura straordinaria delle Municipalità per la sostituzione delle tessere elettorali. Oggi, domenica 3 ottobre le Municipalità saranno aperte dalle 7 alle 23 per il rilascio delle tessere elettorali, e lunedì 4 ottobre dalle 7 alle 15.

© Copyright Emiliano Caliendo, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03