Brunetta, basta quiz imparati a memoria. “Rivoluzione nei concorsi”

0
455 Visite

«Mai più carta e penna, tutto in digitale entro 100 giorni (per consentire di fare 2-3 concorsi all’anno), con una prova scritta e una eventuale prova orale»: sarà questa la nuova struttura dei concorsi per la pubblica amministrazione italiana. A dirlo è il ministro della Pa Renato Brunetta che, intervenendo su Radio24, assicura: «Passeremo dall’Ottocento alla modernità, per consentire a qualsiasi amministrazione di fare anche 2-3 concorsi l’anno in ragione delle sue esigenze, con un numero accettabile di partecipanti, con posti messi a concorso e funzioni certe». «Occorrerà sempre di più mettere al centro merito, formazione, qualità e disponibilità ad apprendere, non sempre è stato così», osserva il ministro.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03