A Marano tutti in rampa di lancio per le regionali: sindaco, consiglieri e assessori sosterranno perlopiù cariatidi della politica campana

0
1.232 Visite

Marano può attendere. I fondi della Città Metropolitana non sono mai arrivati, sei milioni di euro, e il sindaco-disastro, Visconti, non si è dimesso. Tutti, però, sono concentrati sulle elezioni regionali. A Marano si pensa ormai solo a due cose: come entrare nelle progettazioni Pics e come racimolare voti per i referenti regionali di turno.

Diciamolo in partenza: il quadro ancora non è delineato e molti consiglieri non hanno ancora sciolto la riserva. Qualcosa, dunque, potrebbe cambiare nelle prossime ore o giorni.

Intanto vi forniamo un primo quadro d’insieme.

Visconti: il sindaco, che qualche settimana fa ruppe con Gianluca Daniele perché promessosi a Giovannino Chianese, è rimasto orfano proprio di Chianese, spedito da Zingaretti in quel di Taranto a fare il commissario locale del Pd. E ora chi sosterrà? Qualcuno dice Porcelli, altri dicono che ricucirà con Gianluca Manzieri, pardon Daniele.

Paolino D’Alterio: l’uomo ombra di Visconti, ormai non è un mistero, da un lato deve fare il soldato del sindaco, ma qualcuno sostiene che, sottobanco, aiuterà anche Michele Schiano di Visconti, esponente di Fdi.

Ciro Marzi: ufficialmente non si sa nulla, ma qualcuno lo avrebbe visto di recente in zona Qualiano, in zona Schiano. Possibile? Facendo due conti anche su alcune deleghe ricevute dal suo assessore a Marano, non è affatto da scartare come ipotesi.

Il gruppo Pd, ovvero Morra, Sorrentino, Vallefuoco, Di Luccio e altri, dovrebbero sostenere il duo Fiola-Manfredi.

Pasquale Coppola, altro esponente del Pd, nuovamente Mario Casillo. Per Casillo anche Salvatore Perrotta, assessore uscente, e la consigliere dem Savanelli. Nastro e Accongiagioco, invece, per Gianluca Daniele.

In stand by e a carte copertissime quelli della lista Visconti, in particolare Enza Carandente e Salvatore Vallozzi.

Da capire la posizione di Teresa Giaccio. Sosterrà il qualianese Schiano di Visconti o altri?

Nel centrodestra, l’ex sindaco Liccardo, oggi fuori ufficialmente dall’agone politico, sicuramente darà una mano all’amico di vecchia data Francesco Guarino, accasatosi in Italia Viva di Renzi. Per Severino Nappi (Lega) sicuramente l’ex assessore Astarita e qualcun altro, forse l’ex consigliere Pezzella.

E i centristi, quelli che un tempo orbitano attorno al consigliere regionale Iacolare? Dovrebbero portare acqua al mulino di De Mita, ma sul nome ci sono ancora dubbi.

Il consigliere Abbatiello, un tempo demitiano, poi per un breve periodo leghista, secondo alcuni rumors sosterrà il candidato che gli indicherà Paolino D’Alterio, per sancire e suggellare ulteriormente il loro feeling locale.

Qualche personaggio un tempo di centrodestra punterà su Pasquale Bove, medico mugnanese passato di recente con il partito di Renzi.

Infine i 5 Stelle: faranno perlopiù quello che gli chiederà il deputato Andrea Caso.

Nei prossimi giorni il quadro sarà più esaustivo e vi aggiorneremo con dovizia di particolari.

 

 

 

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03