Processo Pip, ieri l’acquisizione dei verbali degli interrogatori dei fratelli Cesaro. ll punto sul dibattimento

0
1.699 Visite

Acquisiti i verbali degli interrogatori di Aniello e Raffaele Cesaro. Ieri, presso il tribunale Napoli nord, sarebbe dovuta andare in scena un’udienza attesissima. Era in programma infatti l’escussione di Aniello Cesaro, fratello di Raffaele. Entrambi sono ai domiciliari con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa con il clan Polverino. Con loro l’imprenditore maranese Antonio Di Guida, il tecnico Oliviero Giannella. Imputati, ma a piede libero, anche Antonio Visconti e Salvatore Polverino.

La vicenda giudiziaria è nota da tempo ed è riferita all’iter che portò alla realizzazione dell’area Pip di Marano e alle successive fasi. L’udienza insomma non si è tenuta. Accordo tra le parti processuali e acquisizione dei verbali degli interrogatori resi a suo tempo in carcere dai due fratelli del parlamentare Luigi, imputato invece in un processo parallelo per voto di scambio. Per ascoltare dalla viva voce le ricostruzioni dei Cesaro (esame e controesame) se ne riparlerà tra qualche settimana. I due fratelli, a capo dell’azienda che si aggiudicò l’appalto da parte del comune di Marano, nel corso degli anni hanno tirato in ballo diversi politici di Marano, in primis Mauro Bertini, attualmente ai domiciliari, ma anche l’ex sindaco Perrotta e l’ex consigliere regionale Iacolare. Perrotta e Iacolare sono formalmente indagati ma non si hanno notizie di eventuali sviluppi giudiziari. Il processo Bertini inizierà invece tra qualche settimana.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti