MARANO, LA SCOMPARSA DELLA MINORANZA. MOLTI FLIRTANO CON VISCONTI E I SUOI SODALI. ECCO COSA STA ACCADENDO

0
870 Visite

La scomparsa dell’opposizione. Dall’uscita di scena di Bertini, che a lungo perรฒ aveva flirtato (lui e i suoi amici di cordata sperando in uno o due assessorati) con il pessimo Visconti, e con il successivo addio di Albano, dimessosi per motivi personali, la minoranza – che in precedenza aveva perso pure l’avvocato Pezzella – ha subito un colpo pressochรฉ mortale. Non basta infatti la buona volontร ย  e la tenacia di Teresa Giaccio e qualche polemica innescata dalla Fanelli. Il resto รจ poca cosa. Carandente Luigi, che da mesi ha preso le distanze dalla cariatide al governo della cittร  (fallimentare su ogni aspetto), รจ ben animato ma รจ caratterialmente e culturalmente troppo soft per poter impensierire la giunta.

Su quasi tutti altri, invece, meglio stendere un velo pietoso. Abbatiello รจ da mesi un tutt’uno con l’assessore D’Alterio; Catone รจ un mezzo fantasma (si vede ogni morte di Papa), gli ex albaniani incidono pochissimo e qualcuno, tra loro, รจ da mani a sera in compagnia di esponenti della maggioranza. Anche la Garofalo, bertiniana doc, รจ tenera come un grissino. Eppure di vicende da mettere in risalto, di denunce da fare ve ne sarebbero a iosa: gli sversamenti di via Corree di sotto, gli alloggi popolari, la gestione dell’isola ecologica, i fondi persi inopinatamente, anche per palazzo Merolla, la scarsissima trasparenza sulla gestione dello stadio, i compensi per gli scrutatori, gli uffici nel caos.

Un consiglio per i pochi che ancora fanno un briciolo di opposizione: mettetevi all’opposizione (e dichiaratelo in pubblico) anche di questa opposizione.

 

 

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti