Marano, nervi tesi all’ufficio tecnico: ieri scontro durissimo tra un geometra e Di Pace. Sul condono il Comune nicchia da un anno e mezzo

0
6.185 Visite

Nervi tesissimi negli uffici comunali di via Nuvoletta, sede dell’ufficio tecnico e del settore igiene, patrimonio, anagrafe e tributi. Ieri l’ennesimo scontro tra professionisti dell’urbanistica e il dirigente dell’ufficio tecnico Pasquale Di Pace. Sarebbero volate, secondo il racconto di alcuni testimoni, parole grosse e persino minacce di querele. Geometri e architetti da mesi lamentano scarsa attenzione e assistenza da parte degli uffici comunale. Il tema del condono edilizio, più volte sollecitato dal nostro portale, tiene banco. Il Comune, dal canto suo, non ha intenzione di darsi una mossa e chiarire gli aspetti ambigui o poco chiari. E’ il segreto di Pulcinella: Taglialatela e Di Pace sono in difficoltà, come molti altri amministratori e tecnici della provincia, sulla questione del condono del 1994 e sul relativo pronunciamento della Corte di Cassazione, che ha fissato paletti alquanto rigidi in merito alla concessione delle sanatorie.

Marano prende tempo, è in stand by, nonostante proprio Di Pace abbia ratificato la nomina di un’apposita commissione che dovrebbe vagliare la correttezza di migliaia di pratiche edilizie, alcune delle quali sarebbero “pezzotto”, come è emerso da un’indagine poi finita (come tante cose maranesi) incredibilmente nel dimenticatoio.

Da un anno tutto è fermo. L’ufficio tecnico se ne sta lavando le mani, gli inquirenti lasciano fare. I cittadini, intanto, chiedono lumi ai tecnici, geometri e architetti, e questi ultimi si recano negli uffici comunali per ottenere spiegazioni. Il dialogo però si ferma lì: perché il Comune non ha le idee chiare e se bocciasse le richieste di condono, così come sancito dalla Cassazione, dovrebbe restituire anche gli oneri di urbanizzazione già pagati dai contribuenti.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti