Elezioni a Marano, le linee programmatiche (versione integrale) di Lega e Mcm

0
690 Visite

Il Movimento Civico Maranese e la Lega con Salvini parteciperanno Domenica 21 ottobre 2018 all’ Elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale ognuno con una propria lista e con il candidato Sindaco Rosario Pezzella.

L’attività amministrativa sarà improntata in modo che siano sempre assicurati il buon andamento e la imparzialità dell’Amministrazione, peraltro come prescrive l’Art. 97 della Costituzione Repubblicana, e sarà sorretta dai principi di economicità, efficienza, imparzialità, legalità e trasparenza secondo le modalità previste dalla legge e dalle altre disposizioni che disciplinano singoli procedimenti nonché dai principi dell’ordinamento comunitario così come prescrive l’Art. 1 della legge 241/90 e successive modificazioni.

Ciò premesso si rassegnano come di seguito le linee guida del programma amministrativo:

URBANISTICA E DECORO URBANO

Presupposto imprescindibile per l’ulteriore crescita e sviluppo della città di Marano di Napoli è l’adozione di strumenti quali il Piano Urbanistico Comunale (PUC), del Piano particolareggiato del centro storico, del Piano del traffico, del Piano commerciale, del Piano energetico, del Piano di valorizzazione degli usi civici nonché la costituzione delle Commissioni Paesaggistica, Idrogeologica e Sismica senza le quali Marano continuerebbe a vivere in una situazione di stallo.

Per consentire al cittadino di dialogare fattivamente con l’Ufficio Tecnico Comunale si lavorerà per rendere effettiva la digitalizzazione totale dei servizi (S.U.A.P. e S.U.E.) in uno alla disponibilità di una piattaforma digitale informativa (S.I.T.).

Vogliamo che la crescita economica si articoli particolarmente per il rilancio del centro storico e delle periferie.

Ricercando la sintesi operativa tra pubblico e privato entrambi lavoreranno con l’obiettivo comune di migliorare gli spazi verdi, mantenere pulite ed ordinate le strade che avranno bisogno di una continua manutenzione per non scadere nel degrado e nell’incuria così come è stato per il passato.

Il PUC con le norme tecniche di attuazione mirerà essenzialmente alla manutenzione del territorio privilegiando la manutenzione urbana attraverso il recupero, la trasformazione e la regolamentazione edilizia; saranno semplificate per quanto di competenza dell’ente comunale le procedure per facilitare la ristrutturazione delle facciate dei fabbricati sia del centro storico che delle periferie.

Vista la difficoltà oggettiva che si viene a creare per le strade del centro (Corso Umberto, Via Merolla e Corso Europa) ogniqualvolta si verificano precipitazioni atmosferiche di una certa entità, occorrerà istituire apposita Commissione Tecnica per studiare la problematica al fine di progettare e realizzare un ampliamento dell’impianto fognario diventato negli anni, con l’incremento demografico ed abitativo, inadeguato ed insufficiente.

Da non dimenticare le campagne: sarà importante migliorare l’accesso ai fondi con una maggiore cura delle strade rurali anche nell’ottica di mantenere ed ulteriormente sviluppare le attività agricole.

La ristrutturazione e l’eventuale delocalizzazione del mercato ortofrutticolo nonché la creazione di un’area mercatale generale saranno i punti qualificanti dei primi 100 giorni di governo della città.

Non da ultimi il rilancio dello Stadio Comunale, la ristrutturazione del Ciaurro con la previsione di un sistema di sorveglianza anche elettronica, l’affidamento di aree a verde pubblico ad associazioni, enti, privati cittadini che ne facciano richiesta per realizzare progetti qualificanti.

SCUOLE

Sul presupposto che la scuola è la palestra della formazione dei futuri cittadini, l’orientamento è quello di creare all’interno dell’Ufficio Tecnico Comunale un’apposita sezione che si occupi esclusivamente della manutenzione ordinaria e straordinaria di tutti gli edifici scolastici di proprietà del Comune, partendo dalla messa in sicurezza laddove necessaria e programmando, con l’interlocuzione quotidiana con i Dirigenti scolastici, gli interventi di ristrutturazione con l’attenzione ai fondi europei intercettabili.

Non solo con riguardo agli interventi di edilizia scolastica, occorrerà avere massimo riguardo anche per quella parte di viabilità che si connette indissolubilmente con l’accesso veicolare e pedonale dell’utenza scolastica per la qual cosa sarà necessario istituire presidi fissi con la presenza dei vigili urbani per gli orari di ingresso ed uscita.

RIFIUTI

Non vorremmo più vedere nessun tipo di rifiuto ai lati delle nostre strade né in qualsiasi altra parte del nostro territorio comunale. Per realizzare ciò è necessario che il servizio di raccolta differenziata sia cucito addosso al Paese ma soprattutto che sia meno oneroso per i cittadini e più efficace.

Bisogna investire ancora di più nelle campagne di sensibilizzazione con l’obiettivo irrinunciabile di raggiungere almeno il 60% di raccolta differenziata entro il 31/12/2019; occorre potenziare i sistemi di controllo e di sorveglianza, interloquire quotidianamente con gli amministratori dei Condomini per poter far si che Marano si atteggi come Comune virtuoso a “rifiuti zero” capace di sviluppare un’economia più moderna ed attuale.

TRASPORTI E VIABILITA’

Occorrerà potenziare il trasporto pubblico sul territorio maranese viste le lacune e le carenze soprattutto nelle fasce d’orario a più alta densità di utenti; ciò passa inevitabilmente interloquendo con l’ANM ed il CTP attraverso l’istituzione di un tavolo di confronto che miri a potenziare le linee interne per le zone limitrofe e periferiche sia nella parte bassa della città che nella parte alta.

Inoltre bisognerà confrontarsi ai vari livelli istituzionali, nessuno escluso, per progettare e realizzare quel Micro-Metrò ormai atteso da troppi anni ma che potrebbe risolvere in maniera soddisfacente l’isolamento di Marano dal contesto urbano e metropolitano.

Nell’ottica dell’ottimizzazione dei collegamenti con il contesto urbano e metropolitano va anche la predisposizione di tutti quelli interventi che vanno in rapporto di mezzo a fine per far si che Marano si colleghi agevolmente con la zona Ospedaliera, Pianura e l’Università di Monte S. Angelo. Sta di fatto che da Via Cupa del Cane in prossimità della Discarica di Chiaiano esiste una strada a doppio senso che si interrompe per la presenza di cumuli di rifiuti superati i quali si arriva all’incrocio con Via Cinque Cercole; con il finanziamento predisposto dal Ministero dell’Ambiente per la bonifica e la realizzazione dell’impianto fognario, il tratto che va dall’incrocio tra Via Marano Pianura e Via Cinque Cercole sarà allargato e ciò consentirà alla comunità di Marano ed a quella dell’8ì Municipalità, di raggiungere nelle due direzioni la zona ospedaliera, Pianura, l’Università di monte S. Angelo e la zone flegrea.

Sempre sul fronte della viabilità è necessario agire su tre fronti:

  1. Il potenziamento e la riorganizzazione del Corpo dei Vigili Urbani garantendo una maggiore e più capillare presenza per le strade cittadine anche nell’ottica di rendere quotidiano lo Street Control.
  2. La progettazione e la realizzazione di parcheggi di interscambio (Via Nuvoletta, area cimiteriale; Via Falcone, Via Arafat; Via Pepe, Via Che Guevara, Via Labriola) nonché di arterie di collegamento per rendere più scorrevole il traffico cittadino anche con l’istituzione della sosta solo da un lato su Via XXIV Maggio, Via Vittorio Emanuele, Piazza Spirito Santo.
  3. La realizzazione del Piano Urbano del traffico sentendo come interlocutori privilegiati i Comuni limitrofi, l’Area Metropolitana e la Regione.

Massima attenzione sarà conferita all’ottimizzazione della sosta a pagamento (strisce blù) le cui entrate, detratti i costi di esercizio, saranno devolute per la manutenzione ed il miglioramento del manto stradale del territorio comunale.

SOCIALE E SERVIZI AL CITTADINO

Puntiamo a migliorare la vivibilità della nostra città con l’ottimizzazione degli spazi per l’aggregazione sociale senza mai tralasciare di collaborare fattivamente con le associazioni del territorio e le cooperative sociali, farsi da tramite per far interloquire tra loro le associazioni, stimolare una programmazione piena di eventi e di iniziative protese a garantire l’inclusione sociale.

Massima attenzione alla riorganizzazione dei servizi sociali con l’obiettivo di aiutare i più vulnerabili, bambini ed anziani in difficoltà, in una parola “chi è rimasto indietro”.

La cultura è l’unico detonatore per risvegliare una comunità che vuole definirsi autenticamente moderna; la consapevolezza e quindi la cultura saranno anche l’elemento fondante di una vera democrazia partecipata e propositiva e dunque, per favorire questa visione, è necessario riconoscere incentivi fiscali per le associazioni che gestiscono il cinema ed i teatri cittadini, rilanciare Palazzo Merolla con l’annessa Biblioteca, organizzare le attività culturali per Palazzo Battagliese, con il pieno coinvolgimento delle istituzioni scolastiche e religiose della nostra Marano.

Il supporto all’istituzione scolastica e l’elaborazione dei progetti extracurriculari rappresentano dei punti fermi inderogabili.

La mappatura delle risorse umane, artistiche, dei beni ambientali, storici, archeologici, non è più procrastinabile se si vogliono organizzare eventi di spessore e gli scambi culturali. La nostra comunità dovrà essere messa in condizione di accedere a questo materiale in modo semplice e gratuito per diventare Noi i primi attori di sviluppo e trasmissione delle conoscenze.

Le molteplici forme di espressione della Persona si attueranno attraverso corsi, concorsi, convegni, con particolare attenzione al linguaggio del teatro, della musica, della danza, del cinema, della fotografia, della scrittura, della scultura e delle arti visive in genere.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE

La coalizione di centro-destra crede fermamente che lo sviluppo economico non passi per le promesse elettorali di posti di lavoro e appalti ma nell’affiancamento dei cittadini da parte dell’Amministrazione. Ci proponiamo infatti di incentivare le opportunità di lavoro attraverso corsi di formazione professionale costruiti intorno alle esigenze e alla realtà locale e non solo; sarà predisposto e attivato uno sportello per informare ed assistere chiunque ne faccia richiesta su bandi ed opportunità formative e lavorative.

Vogliamo aiutare i nostri concittadini a sviluppare le caratteristiche d’eccellenza del nostro territorio con il coinvolgimento di tutti gli operatori economici nella creazione di progetti di sviluppo: imprenditori agricoli, commercianti, artigiani, operatori turistici anche immaginando di stimolare il turismo attraverso la predisposizione di appositi spazi per la vendita dei nostri prodotti tipici (ciliegie della Recca, piselli, vino Falanghina) con la promozione di un marchio DOP che faccia più velocemente conoscere i nostri prodotti.

Ed ancora. Non appena, come ci auguriamo al più presto, si risolverà lo stallo giudiziario dell’Area PIP, massima attenzione sarà riservata al rilancio ed alla riqualificazione dell’area con lo sguardo proteso al potenziamento della stessa nonché a favorire ed incoraggiare il conseguenziale indotto.

Attenzione particolare sarà riservata sia al commercio di prossimità e sia alle attività economiche con superfici superiori a 250 mq.

 

SANITA’

Nei primi 100 giorni di governo della città il Sindaco in prima linea e la Giunta Comunale e la maggioranza consiliare a sostegno si attiveranno concretamente per interloquire con le istituzioni preposte al fine di riportare a Marano il PSAUT anche attraverso la mediazione di un tavolo intercomunale con i Comuni di Mugnano e Calvizzano che non faranno mancare il loro appoggio.

Nell’ottica della prevenzione e della tutela della salute pubblica verranno potenziati i servizi afferenti la disinfestazione, la derattizzazione, la deblattizzazione delle strade in uno alla pulizia periodica delle caditoie fognarie.

Tutti gli Uffici Comunali saranno dotati di un defibrillatore ed in ogni struttura saranno addestrati adeguatamente i dipendenti comunali selezionati per l’uso in caso di necessità.

MACCHINA COMUNALE, TRASPARENZA, QUALITA’ DEI SERVIZI E RAPPORTI CON I CITTADINI.

L’Apparato Comunale deve essere improntato ai principi dell’efficienza e della trasparenza, al servizio dei cittadini e non viceversa.

La riorganizzazione della macchina comunale, che riteniamo passi indissolubilmente anche per l’adeguamento della pianta organica compatibilmente con l’imminente dissesto finanziario, sarà oggetto di un ampio confronto tra l’Amministrazione, le parti sociali ed i dipendenti che saranno stimolati con progetti di produttività e di formazione continua.

Attenzione particolare sarà riservata anche alle nuove tecnologie informatiche e ciò principalmente per rendere ancora più trasparente il dialogo tra l’Amministrazione ed il cittadino quest’ultimo giudice indefettibile per valutare attivamente l’operato dell’amministrazione comunale, gli sforzi messi in campo per informare e soprattutto per dare riscontro alle segnalazioni dei disservizi anche al fine di snellire gli iter burocratici per velocizzare il più possibile il disbrigo delle pratiche, la ricerca dei dati.

Vogliamo investire seriamente per rendere più concreta la partecipazione dei cittadini rendendo facilmente consultabili tutti gli atti e le iniziative portate avanti sempre con l’atteggiamento di saper ascoltare e fare tesoro delle proposte, delle idee e dei suggerimenti.

 ECONOMIA – TASSE E TRIBUTI COMUNALI

Con l’imminente ed inevitabile dichiarazione di dissesto finanziario si è consapevoli che “miracoli” non se ne possono fare né tantomeno mettere mano alle promesse da marinaio per illudere gli elettori.

Prevediamo di mettere in atto operazioni e sistemi che possano generare opportunità in grado, nel medio e lungo periodo, anche di ridurre la pressione fiscale. Si lavorerà essenzialmente su cinque fronti:

  • istituzione di una Commissione Ricerca Fondi composta da professionisti di comprovata capacità che avrà lo scopo di trovare fondi (europei, regionali e perché no anche privati) per creare Economia;
  • istituzione di una Commissione Sviluppo Idee (formata da professionisti dei vari settori di attività) con lo scopo di raccogliere idee, suggerimenti e progetti in uno allo studio di fattibilità;
  • lotta all’elusione ed evasione acqua, Tari, oneri concessori nel solco già tracciato dal Commissario prefettizio Dr. GRECO;
  • completamento delle Pratiche di Condono Edilizio (legge 47/85, Legge 724/94 e Legge 326/2003 anche eventualmente facendo ricorso all’autocertificazione per poi ottenere il provvedimento in sanatoria;
  • censimento di tutti i beni sequestrati ed acquisiti al Patrimonio Comunale conferendo loro la più opportuna ricollocazione.

S I C U R E Z Z A

L’Amministrazione incentrata sulla coalizione di centro-destra punterà molto sulla sicurezza dei cittadini con l’attuazione di politiche di prevenzione e con l’azione sinergica della Compagnia dei Carabinieri e del Corpo dei Vigili Urbani.

La priorità sarà dedicata alla lotta all’abusivismo edilizio in tutte le sue più svariate manifestazioni.

Per quanto concerne l’accoglienza degli immigrati, Marano ha già dato ed è per questo che si lavorerà per la revoca del provvedimento prefettizio che prevede la nascita di uno S.P.R.A.R. sul territorio cittadino.

 

Marano, lì 21/09/2018

 Per il Movimento Civico Maranese

Il candidato Sindaco Avv. Rosario Pezzella

 Per le Lega con Salvini

 Il Coordinatore cittadino Luigi Baiano

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti