Elezioni a Marano, l’opinione di Alessandro Iovino: “I vertici nazionali di Lega e 5 Stelle hanno abbandonato la città al proprio destino”

0
1.950 Visite
Caro Direttore,
non posso tacere. Provo immenso dolore per Marano, una città tanto vituperata quanto abbandonata a se stessa.  Chi mi conosce sa che mi identifico nel famoso aforisma del grande poeta Tonino Guerra: “l’ottimismo è il profumo della vita!”. Eppure è davvero dura, questa volta, essere ottimisti.
In queste ore stiamo assistendo al naufragio lento ed inesorabile del “Titanic Marano”. Una “nave” ingestibile da governare, piena di segreti e misteri, che è meglio lasciar affondare. Conviene a tutti, forse.
Non esagero.
In una mia precedente intervista sulle amministrative di questo comune, nelle scorse settimane, avevo pronosticato che Marano nei prossimi giorni si sarebbe inserita di forza nel dibattito politico nazionale.
Mi sbagliavo. I fatti parlano. La Lega ha rinunciato ad un proprio candidato ed il Movimento 5 Stelle ha perfino mollato la corsa elettorale (davvero incredibile!). Mi pare un messaggio chiaro: i partiti al governo danno uno schiaffo a Marano. Ci hanno considerato una terra troppo rischiosa e complicata. Quindi meglio abbandonare la nave e stare a guardare.
Ed è questa assenza che mi fa paura. Mi scoraggia e mi inquieta. Sono i silenzi dei leader nazionali che mi sconfortano.
Così sono riemerse, invece, vecchie logiche, antichi sistemi e astruse alchimie da clima di restaurazione. Mi trovi quindi d’accordo, caro Direttore, quando affermi in tuo articolo apparso ieri, che molti di questi candidati (sindaci e consiglieri) sono personaggi in cerca d’autore.
Tuttavia, ti prego, anche se non c’è più traccia del Speranza, non perdiamo la Speranza.
Quella deve essere l’ultima a morire.  Anche perché ci sono maranesi candidati che al di là delle appartenenze politiche, sono delle persone meritevoli. Pochi ma ci sono.  Ed io sceglierò tra questi. Qui non è un fatto di partiti e movimenti, ma di sopravvivenza civile. Perché comunque dobbiamo compiere delle scelte che saranno determinanti per il futuro di Marano.
Quindi, anche se sarà dura, anche se questo comune è destinato ad affondare, cerchiamo di salvare ciò che merita di sopravvivere. Sarà una battaglia civica che appartiene a tutti, ognuno la condurrà come meglio crede e con chi crede sia degno di questa fiducia, ma non lasciamo che vada tutto perso.
Questa città merita di più.
Cordialità,
Alessandro Iovino
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti