Marano, le prime parole del neo commissario Di Menna: “Le priorità? In primis la sfera finanziaria del Comune”. Sulla città: “Non me l’aspettavo così viva sotto il profilo commerciale”

0
579 Visite

E’ il quarto prefetto (Tramonti, Fico, Reppucci e ora Di Menna) insediatosi al Comune di Marano nell’arco degli ultimi cinque anni. Un vero e proprio record quello stabilito dal municipio maranese, ente sciolto nel dicembre del 2016 per infiltrazioni della criminalità organizzata. Ieri Paolofrancesco Di Menna, 67 anni, di origini molisane, ci ha rilasciato le prime impressioni dopo il suo arrivo in città.

“L’impatto con la città è stato positivo e per certi versi sorprendente – spiega Di Menna – Non pensavo di trovare una realtà così viva, almeno sotto il profilo commerciale”. Decisamente più improntate alla moderazione, invece, le riflessioni sull’ente comunale e sulla macchina amministrativa: “Non ho avuto ancora l’opportunità di approfondire le questioni amministrative – aggiunge il neo commissario di Marano – ma so che il Comune è afflitto da svariate problematiche. Le maggiori preoccupazioni riguardano la sfera finanziaria: l’ente è in pre-dissesto e ogni energia, pertanto, sarà spesa per evitare il default. Mi hanno riferito di alcune situazioni particolarmente critiche. Mi riferisco all’area industriale e alla questione dell’ampliamento cimiteriale, entrambe oggetto di inchieste della magistratura”. Tanti i nodi irrisolti, da affrontare per un Comune sciolto per ingerenze malavitose per ben tre volte nell’arco di 25 anni. Uno dei temi più gettonati, oltre alle arcinote problematiche legate alla raccolta dei rifiuti, è quello del personale comunale.

“Prima di addentrarmi in queste tematiche – conclude Di Menna – voglio approfondire la lettura della relazione che ha portato allo scioglimento del Comune e prendere visione di eventuali altri atti. Quel che posso dire è che ci sarà il massimo impegno da parte mia e degli altri due membri della commissione. Non ci siamo ancora confrontati, lo faremo nelle prossime ore. Lavoreremo in stretta sinergia e con pari dignità ed importanza”.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti