Raccolta rifiuti e spazzamento a Marano, ormai è una telenovela. Il Comune si “ammoscia” improvvisamente, i partiti chiedono la sostituzione, la ditta se la prende con i lavativi

0
465 Visite

Ancora tempo, almeno una settimana alla ditta Tekra (ma in realtà verranno concessi tre mesi), che ha già avuto due ultimatum. La riunione al Comune, quella convocata da Reppucci per oggi, che però non ha partecipato al summit, si è conclusa con un nulla di fatto. La ditta – secondo quanto riferito dal commissario Greco – anche alla luce delle ultime promesse (da domani dovrebbero essere 15 gli spazzini in strada) avrà una settimana per mettersi in regola, poi l’ente si attiverà per l’eventuale non sottoscrizione del contratto.

Movimenti e partiti presenti alla riunione, Noi con Salvini, Cinque Stelle ed esponenti della sinistra, hanno sostenuto invece la tesi dell’allontanamento immediato della ditta con sede ad Angri, presentasi in sala giunta con un nuovo dirigente, Allocca, che ha ribadito che Tekra, da capitolato, ha tre mesi di tempo per mettersi a regime. La sensazione generale è però un’altra: che qualcuno si sia “ammosciato” cammin facendo. Chi prometteva il cambio dell’azienda, che non ha tutte le colpe chiariamoci, sembra ora più moderato. Le chiacchiere stanno a zero, insomma. Da quindici giorni non si spazza (domani dovrebbe terminare lo stato di agitazione degli spazzini), la raccolta è fatta bene solo in alcuni punti del territorio, ma è una raccolta tout court, ovvero basato sul miscuglio dei vari materiale. Così facendo la differenziata resta al palo. I

Il problema non potrà essere superato in breve tempo, ma nessuno ha il coraggio di dirlo: l’isola ecologica non è stata ancora aperta, i vigili dell’ambientale e le guardie ambientali dovrebbero essere più presenti e, chi ne ha il potere, più inclini alle contravvenzioni. In questo baillame le ragioni si mischiano ai torti. I dipendenti, una quindicina dei quali lavativi storici, si lamentano; il Comune minaccia ma non mantiene le promesse e qualche politico si fa la sua bella passerella; l’azienda, infine, chiede tempo per mettersi in regola.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti