Marano, servizio rifiuti nel caos e il Comune si dimentica persino di “accogliere” i tecnici messi a disposizione dalla Regione

0
638 Visite

Quando si dice o si scrive che la colpa del disastro rifiuti in città è imputabile all’inciviltà dei più, si scrive o si dice una sciocchezza colossale. Non perché non vi siano incivili, ma perché tutto è frutto di un’organizzazione praticamente inesistente. Da giorni, mesi pubblichiamo articoli sulla inefficienze della ditta Teknoservice, mancante sia sul fronte della raccolta che dello spazzamento, sull’inesistente azione di controllo del Comune, sulle pochissime penali comminate alla ditta, e sulle operazioni talvolta al limite o ben oltre la legalità di qualche dipendente della stessa.

Per dimostrarvi ancora come l’ente cittadino abbia completamente abdicato al suo ruolo, segnaliamo un altro caso. Pochi mesi fa la Regione stabilì che i comuni non virtuosi sul fronte dei rifiuti, quelli come Marano con percentuali vergognose di raccolta differenziata, dovessero essere supportati e aiutati da personale (di alta specializzazione) proveniente dal Consorzio di bacino. Non operai, manovali, raccoglitori, ma tecnici che avrebbero dovuto affiancare il personale di un ufficio, quello di Marano, da tempo ridotto ai minimi termini e ulteriormente depotenziato con le ultime manovre sul turn over.

A Marano dovevano arrivare quattro tecnici, ma l’ente, e sono passati almeno 8-9 mesi dalla comunicazione inviata dalla Regione, non ha mai prodotto gli atti affinché queste professionalità giungessero in città. Dovevano arrivare già da tempo e invece, come sempre, tutto si è fermato.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti