Inchieste e arresti a Marano. Rifondazione: “Cambiare il modo di fare politica per cambiare la città”

0
462 Visite

È di questi giorni la notizia che, ancora una volta, travolge la città di Marano in un vortice di camorra e mala politica che ha portato all’arresto per riciclaggio di Antonio Di Guida, ex assessore e prestanome del Clan Polverino, e al sequestro del PIP di San Rocco e che fanno seguito agli arresti che recentemente hanno decimato il Clan Orlando e le altre cosche della zona.

“Niente di nuovo sul fronte occidentale” si direbbe. Ancora una volta a Marano gli interessi della politica si intrecciano con quelli della criminalità organizzata, è la logica dell’affarismo a tutti i costi, del Profitto anteposto alla legalità e al Bene Comune.

Ma gli arresti di oggi non sono i primi e non saranno gli ultimi. Per questo motivo bisogna prestare attenzione, mostrare intelligenza e non voltare il capo altrove, perché la difesa della nostra città da questi atti di sciacallaggio necessità della sensibilità di tutti i cittadini.

Noi, come Partito della Rifondazione Comunista, ci impegniamo nella creazione di spazi di partecipazione popolare che sperimentino processi di riappropriazione dei Beni Comuni per creare una rottura con il passato creando un’alternativa che passi attraverso dinamiche di Comunità, di Solidarietà, condivisione dei Saperi e Partecipazione popolare.

Cambiare i modi di fare politica per cambiare Marano.

Rifondazione comunista Marano

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti