Violenza sessuale e lesioni nel centro d’accoglienza di Calvizzano: i carabinieri di Marano arrestano l’orco

0
534 Visite

Orrore in un centro d’accoglienza di Calvizzano. Un richiedente asilo di 40 anni, di nazionalità nigeriana, è stato arrestato dai carabinieri di Marano, diretti dal tenente Francesco Tessitore, con l’accusa di violenza sessuale, lesioni ed estorsione. L’uomo, in Italia dallo scorso settembre, ha violentato e malmenato una sua connazionale, ospitata in un centro di accoglienza di un altro comune del Napoletano. L’immigrato avrebbe aiutato la connazionale a sbarcare in Italia, forse pagandole le spese del viaggio. Soldi che la 26 enne stava restituendo un po’ alla volta, sborsando settantacinque euro mensili, in pratica il pocket money assegnato agli immigrati per le piccole spese giornaliere. Una cifra ritenuta insufficiente dal 40 enne, che avrebbe così preteso che la donna iniziasse a prostituirsi. Al suo rifiuto si è scatenata la cieca violenza, documentata anche da alcune foto scattate dal nigeriano con il telefonino della sua connazionale. Le indagini sono state chiuse in 24 ore. L’uomo è attualmente detenuto a Poggioreale. Il fermo è stato convalidato dal gip della procura di Napoli nord.

Il Mattino

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti