Renzi in diretta su Facebook. Non una parola su camorra e politica

0
407 Visite

“Poi parleremo anche dell’ultima vicenda che ci riguarda”. Matteo Renzi ha iniziato la diretta su Facebook promettendo che si sarebbe occupato dell’inchiesta che vede il presidente Pd Stefano Graziano accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, ma non c’è stato tempo o forse se ne è dimenticato. In un’ora e mezza di diretta non una parola su camorra e politica, nessun commento sull’indagine che ha travolto il rappresentante dei dem campani. Anzi il presidente del Consiglio ha scelto di presentarsi online per l’appuntamento #Matteorispondi con il presidente della Regione Vincenzo De Luca. Il governatore è lo stesso che è stato eletto in Regione con il contributo dei voti raccolti dalla lista Centro Democratico, promossa dal verdiniano Vincenzo D’Anna e da pezzi di centrodestra vicini a Nicola Cosentino. Ma è anche lo stesso che l’anno scorso fu inserito tra gli impresentabili dalla commissione Antimafia perché accusato di concussione e truffa in un procedimento del 2002 per una vicenda urbanistica salernitana (per il quale però i pm hanno chiesto pochi giorni fa l’assoluzione). E, infine, è lo stesso su cui pesava lo spettro della sospensione della legge Severino prima di essere prosciolto in appello dall’accusa di abuso d’ufficio. E che però resta indagato a Napoli e Salerno in altre due inchieste. Oggi Renzi ha deciso di portarselo in diretta su Facebook, a poche ore dagli scandali giudiziari in regione: “Con Enzo”, ha detto il segretario Pd, “al di là della simpatia c’è una scommessa comune: il patto per la Campania“. Per poi chiudere con una battuta: “Come sei petaloso“.

Il Fatto quotidiano

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti