Scintille Valente-De Magistris. La candidata del Pd: “Il sindaco eviti di giocare con il bilancio del Comune”

0
580 Visite

“Con il bilancio del Comune di Napoli il sindaco Luigi de Magistris gioca con i numeri. L’avanzo utilizzato per chiudere la procedura di pre-dissesto è in realtà generato dall’aumento dei crediti vantati dal Comune, i cosiddetti residui attivi. Peccato che stiamo parlando di crediti che hanno la medesima natura di quelli che lo stesso de Magistris ha, in passato, dichiarato inesigibili. A parità di condizioni, quindi, oggi De Magistris li dichiara esigibili, cambiando le carte in tavola”. Così la deputata del Pd Valeria Valente, candidata per le Primarie a sindaco di Napoli.

“Nei fatti, il monte crediti, dopo la famosa pulizia, era di 2 miliardi e 300 milioni di euro, diventati attualmente 3 miliardi 400 milioni, importo addirittura superiore al 2010 – continua la Valente- Tutto ciò significa che in 3 anni l’amministrazione comunale è riuscita a produrre 1 miliardo e 100 milioni di euro di nuovi residui che molto probabilmente diventeranno inesigibili. Un quadro che potrebbe essere aggravato dalla mancanza di chiarezza sulle nuove modalità di riscossione. La legge in materia prevede criteri e regole precise, pena la nullità della procedura. Mi auguro che la flessibilità sbandierata da De Magistris, non pregiudichi il buon esito della riscossione stessa”.  E conclude: “Il rischio è che salti l’intero sistema, insieme con i conti del Comune di Napoli. Senza considerare che la situazione debitoria del Comune si è aggravata: grazie all’anticipazione di cassa di cui ha beneficiato l’amministrazione de Magistris, avremo da restituire 1 miliardo e 200 milioni nei prossimi 30 anni”.

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti