Elezioni, Di Battista al vetriolo su Grillo e Di Maio: “C’è chi si venderebbe la madre per avere un posto in parlamento”

0
Foto Fabio Cimaglia / LaPresse 05-12-2016 Roma Camera dei Deputati. Conferenza stampa del M5S dopo i risultati del referendum costituzionale Nella foto Alessandro Di Battista Photo Fabio Cimaglia / LaPresse 05-12-2016 Rome (Italy) Press conference by M5S after the results of the constitutional referendum In the pic Alessandro Di Battista
697 Visite

Alessandro Di Battista ce ne ha per tutti. “Non mi candido perchè molto nel 5 Stelle non mi vogliono. Di Grillo, politicamente non mi fido: ha avallato il disegno del movimento nel governo dell’assembramento. Solo Toninelli mi ha chiesto di candidarmi, dagli altri non ho mai avuto parole buone. Sconto il fatto di non essere atlantista, di criticare le posizione sulla guerra in Ucraina, di non aver mai tollerato l’accordo con il Pd, il peggior partito italiano. Grillo è un padre-padrone, che dovrebbe fare un passo di lato”. Parole al veleno anche per Di Mio: “C’è gente che si venderebbe la mamma per entrare in parlamento, io non ci sto. Luigi è un ducetto. Io prendevo più voti di lui, il triplo, ma non si doveva sapere perché lui era il capo politico”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03