Marano, il caso Ranucci e le aule al gelo. “Ma tecnici comunali e commissari si parlano? Ma cosa aspettano?”

0
483 Visite
Egregio Direttore, cito testualmente dal suo ultimo articolo, riferiti a una dichiarazione di un tecnico comunali: “Fatti mille tentativi per sostituire il pezzo non funzionante. Costa 9 mila euro ma non riusciamo a reperirlo”. Guarda caso, solo dopo la nostra diffida, qualcuno si è degnato di far trapelare alcuni dettagli in merito alla riparazione alludendo (forse per suscitare tenerezza?) anche alla cifra da dover investire per ripristinare l’impianto. Tecnici e commissari, mi chiedo, si parlano? Capiscono che un tale disagio comporta l’interruzione di un servizio costituzionalmente garantito? L’istituto ha scelto di proseguire con la dad e la ddi, conscio della forzatura, unicamente nell’interesse dei ragazzi, per permettere loro di non perdere ulteriori giorni di scuola; ma non può essere l’istituzione scolastica ad ottemperare alle evidenti falle della macchina comunale. Non siamo fuori dalla realtà: conosciamo bene le difficoltà economiche del Comune ma conosciamo altrettanto bene i suoi doveri e, tra questi, c’è quello di garantire sempre il diritto allo studio dei ragazzi che frequentano le scuole del territorio comunale. Il silenzio di chi guida la macchina comunale, ad oggi, lascia sgomenti perché pur volendo rivolgerci a qualcuno non sapremmo con chi parlare. La speranza, mia e della comunità scolastica dell’Istituto comprensivo “Amanzio Ranucci Alfieri”, è che questa scabrosa situazione sia risolta quanto prima nell’interesse di tutte le parti in causa.
Cordialmente Antonio Francesco Longobardi
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03