Droga sull’asse Marano-Sicilia, assolto il carrozziere che “preparava” le auto per i traffici

0
2.325 Visite

Si è conclusa stamani l’udienza innanzi al giudice Campoli della sedicesima sezione Gip del tribunale di Napoli, con la lettura del dispositivo che ha deciso sul rito abbreviato, che vedeva come imputato un noto carrozziere di Marano, P.D.M.. L’accusa, grave e circostanziata, riguardava la paventata partecipazione ad un associazione a delinquere dedita al traffico di sostanze stupefacenti, prevista e punita dall’articolo 74 del d.p.r. 309/90 per la cui violazione è prevista una pena non inferiore a dieci anni. Difeso dagli avvocati Michele Fiorino e Rosario Pezzella, del Foro di Napoli Nord, l’imputato è stato assolto perché il fatto non sussiste. Durante l’arringa difensiva, l’avvocato Pezzella – portando a suo supporto copiosa documentazione giurisprudenziale – è riuscito a convincere il giudice che l’accertamento di colpevolezza, nel caso di specie, non può non essere che rigoroso soprattutto quando la condotta è espressione di un solo episodio criminoso. Tra 90 giorni saranno depositate le motivazioni della sentenza che sembra destinata a fare giurisprudenza.

L’inchiesta era partita diversi anni fa, all’esito del sequestro di un ingente quantitativo di droga. Gli stupefacenti erano occultati in una Mercedes, classe A. L’organizzazione vedeva coinvolte 33 persone, tra cui i fratelli Ivan Rino e Patrizio Bonaccorso, quest’ultimo è un collaboratore di giustizia. I due sono stati entrambi condannati. Alcuni imputati hanno optato per il rito ordinario, tra cui Filippo Nuvoletta, meglio noto come ‘o Cecato.

Nello foto l’Avvocato Rosario Pezzella

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03