Il caffè, 5 trucchi per farlo come a Napoli

0
395 Visite

Napoli è una delle capitali di questa bevanda: il ‘caffè napoletano’ è sinonimo di una preparazione eccellente; anche se all’ombra del Vesuvio non cresce la pianta, i partenopei sono maestri nella preparazione della bevanda più celebre al mondo. Stretto, cremoso e se possibile, senza zucchero, il caffè napoletano ha delle regole precise. Ovviamente molti si chiedono quale sia il segreto della versione vesuviana. Probabilmente l’acqua, sostiene una scuola di pensiero. Altri invece addirittura pensano sia l’aria a fare la differenza. Sicuramente ci sono degli accorgimenti da usare e decisivo in tal senso è trovare una buona miscela di caffè (arabica o robusta? Altre scuole di pensiero…) e una marca di prodotto che garantisca la massima qualità possibile del caffè tostato e macinato. Ecco alcuni consigli e alcuni riti che si basano in parte sull’osservazione quotidiana, in parte sulla tradizione che è rito e perché no, un modo per vedere il mondo.

#1 ‘A Muntagnella :il caffè non va pressato
Ipotizzando si utilizzi una macchinetta moka (pochissimo usano ormai la ‘cuccumella‘ meglio nota come caffettiera napoletana) c’è subito da dire che il caffè all’interno del filtro non va pressato. Va inserito col cucchiaino e va creata una “montagnetta” di polvere nera, non troppo alta.

#2 Il caffè va estratto a fuoco lento

Non bisogna ‘traumatizzare’ l’operazione di estrazione della bevanda dalla polvere di caffè. Meglio fuoco basso che temperature altissime, si rischia di bruciare il tutto e ottenere una ‘ciofeca’ di caffé.

#3 Non esagerare con l’acqua nella capsula
Nella capsula della moka va inserita l’acqua fino all’orlo alla valvola di sicurezza, senza sommergerla. È una regola che consente di non ‘annacquare’ la bevanda finale.

#4 Un po’ di polvere nell’acqua…
Un pizzico di polvere di caffè nell’acqua all’interno della capsula aiuta a insaporirla prima della bollitura e dell’estrazione vera e propria. Scomettete?

#5 Spegnere il fuoco prima che il caffé sia uscito interamente
Evitare che il caffè appena uscito vada in ebollizione: basta spegnere il fuoco vivo qualche secondo prima che accada cosicché l’ultima parte del liquido estratto esca naturalmente senza bruciare e regalare un saporaccio al resto della bevanda.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03