DILLO ALLA LEGA: CULTURA, OPERE INCOMPIUTE E DISABILITÀ. I NAPOLETANI CHIEDONO INVERSIONE DI TENDENZA PER RESTITUIRE CREDIBILITÀ AL COMUNE

0
225 Visite
Cultura e opere incompiute, con un occhio al delicato tema della disabilità: questi i temi affrontati ieri a “Dillo alla Lega”, l’iniziativa in diretta Facebook attivata dalla Lega Napoli per consentire ai cittadini napoletani di partecipare con le proprie proposte a costruire il futuro della città: ospiti dell’incontro il coordinatore della Lega Giovani di Napoli, Emanuele Papa, e la responsabile regionale dell’Accademia Federale della Lega, Fabiana Gardini.
Le riaperture delle attività culturali hanno riguardato la prima parte della puntata: Fabiana Gardini ha espresso soddisfazione per il nuovo DPCM che dovrebbe a fine marzo riavviare le attività di cinema e teatri, ricordando però come i numeri dei contagi riconducibili a questi settori fossero stati comunque molto bassi, e addirittura nulli per ciò che riguarda i musei. Ciò nonostante, per un anno si è scelto di lasciare chiusi cinema e teatri, con tanto di danno per chi ci lavora. A tale proposito, Fabiana Gardini ha ribadito l’assoluta mancanza e inconsistenza dei ristori, per gli operatori dello spettacolo e della cultura ma non solo, evidenziando come i provvedimenti messi sul tavolo dal governo Conte siano stati bloccati dalla burocrazia e dalle banche: è il caso della garanzia per i prestiti fino a 25.000 euro, per accedere ai quali le imprese hanno incontrato notevoli difficoltà.
Emanuele Papa, dal canto suo, ha sottolineato che per i giovani la riapertura di luoghi di aggregazione come musei, cinema e teatri, dove la gestione delle presenze è sicuramente possibile, può evitare anche gli assembramenti degli ultimi weekend. Da cittadino vomerese, ha poi affrontato il tema dell’area dell’ex gasometro che da viale Raffaello giunge fino a San Martino: fu acquistata dal Comune di Napoli nel 2000 per farne un “parco agricolo”, ma il progetto, più volte finanziato, è rimasto sulla carta per una chiara mancanza di volontà di dargli una precisa destinazione d’uso. Tutto ciò in una città dove le aree verdi urbane sono state abbandonate da un’Amministrazione che si vantava di essere ecologista e ambientalista. Altro caso di opera incompleta è il ponte che doveva collegare via San Giacomo dei Capri con via Iannelli, oggi in stato di abbandono da decenni: alcuni comitati civici stanno cercando di riadattarlo a giardino pensile o di farne un’area giochi, ma è chiaro che serve un progetto serio da parte della prossima Amministrazione comunale. I Giovani della Lega si stanno muovendo proprio per dare ai residenti il supporto nelle loro battaglie.
Uno spettatore ha evidenziato le difficoltà di convivere con la disabilità durante la pandemia: tema che la Lega ha a cuore, tanto da costituire un ministero ad hoc affidato ad Erika Stefani. Un impegno che la Lega intende prendersi verso i cittadini a cui il covid e la cattiva amministrazione hanno tolto quella “normalità” che si erano conquistati. Fabiana Gardini ha quindi annunciato che è allo studio il progetto di uno sportello d’ascolto per famiglie di persone affette da autismo, volto a creare una collaborazione diretta con le istituzioni, a cui far giungere proposte politiche.
Il giornalista Giancarlo Borriello, che moderava l’incontro in qualità di responsabile comunicazione della Lega Campania, è quindi intervenuto in risposta ad alcune segnalazioni giunte nelle scorse settimane dal Vomero e riguardanti l’incuria del verde pubblico in via Scarlatti, annunciando che Cristiano De Stefano, coordinatore della Lega Giovani per la V Municipalità, ha inoltrato una lettera di richiesta di intervento urgente al Presidente della Regione e agli assessori comunali e municipali competenti per materia.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03