Marano, è il giorno degli uomini e delle donne libere: si riunisce il Pd per decidere sul passaggio all’opposizione. Il sindaco prova a spaccare il gruppo dei consiglieri

0
900 Visite

Si decide tutto oggi. Il direttivo del Partito democratico di Marano si riunisce in giornata per decidere se passare all’opposizione o continuare a sostenere la giunta Visconti. Il sindaco ha risposto picche alle sollecitazioni dei democratici, che con forza chiedevano l’esautoramento del vicesindaco D’Alterio, sfiduciato nell’ultimo consiglio comunale. I sei consiglieri comunali hanno anche firmato un documento, ma il primo cittadino non ne vuole sapere di mandare a casa D’Alterio e ipotizza – per confondere le acque – un azzeramento totale dell’esecutivo. Una mossa inutile e tardiva, già rispedita al mittente dai consiglieri e dalla segreteria cittadina che Visconti proverà – con l’aiuto di qualche componente del direttivo – a riproporre nuovamente oggi durante la discussione.

E’ una partita a scacchi, ma le posizioni sono alquanto delineate: Sorrentino, il segretario, e la consigliera Santopaolo, sono per l’immediato passaggio all’opposizione e la contestuale sfiducia di Visconti; altri consiglieri, tra cui Coppola e Paragliola, si adegueranno alla linea del direttivo, anche se in cuor loro non vorrebbero andare a casa. L’incognita più grande era e rimane Annarita Savanelli.

Stasera Visconti cercherà, con ogni probabilità, di prendere ulteriore tempo, di buttarla in caciara. L’obiettivo, come sempre, è quello di spaccare il gruppo dei consiglieri. Ma il tempo è scaduto, come ha ripetuto più volte il consigliere Pasquale Coppola. Stasera si capiranno tante cose: si capirà chi fa sul serio e chi invece è un incoerente e un chiacchierone di prima categoria.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03