“Triangolare della pace a Napoli nel nome di Maradona”. La proposta di Di Maio

0
527 Visite

Un triangolare della pace a Napoli, tra Italia, Argentina e Inghilterra, sullo stesso campo, nel ricordo di uno dei più grandi campioni di sempre: Diego Armando Maradona. E’ la proposta lanciata, parlando con l’agenzia giornalistica Ansa, dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio, campano, di Napoli, e “cresciuto con il mito di Maradona”. “Sarebbe un bel momento di confronto, a volte lo sport unisce dove non riescono i governi, lo sport è fraternità, amicizia, passione”, ha sottolineato il ministro.

“Dell’idea ho parlato naturalmente anche con il ministro Spadafora, che l’ha apprezzata. Dalla ‘mano de dios’ al triangolare della pace, con l’Italia al centro a prendere per mano due grandi Paesi amici come Regno Unito e Argentina: sarebbe un momento toccante – ha continuato il ministro -. Peccato per la mancanza di pubblico ma  sarebbe un momento da incorniciare nella storia”.

“Bellissima la proposta del ministro Di Maio – ha subito raccolto il ministro per le Politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora – un torneo amichevole da disputarsi nello stadio di Napoli dedicato a Maradona per superare definitivamente le tensioni sportive di allora tra Inghilterra e Argentina. Lo sport unisce ed è sempre portatore di pace e come ha detto Di Maio, a volte arriva laddove non riesce la diplomazia”.

Secondo Di Maio, “Maradona fa parte della storia di Napoli, al di là del calcio, è nel nostro dna. Anche per chi è nato dopo il suo arrivo, come me”, per questo il ministro ritiene che la città sia la sede ideale per l’iniziativa, per la quale “si potrebbe cominciare a lavorare per organizzare tutto nei prossimi mesi”. Il ministro ha ribadito la proposta anche ai microfoni della Rai, e ha parlato della scomparsa di Paolo Rossi, che ha definito come un campione che “ha rappresentato un punto di riferimento, anche per il Paese”. “Basta vedere come lo ricordano i compagni di squadra del Mondiale. In quel 1982 in cui l’Italia vinceva il Mondiale – ha detto Di Maio – ci stavamo lasciando alle spalle gli Anni di piombo, è stato l’inizio di una nuova era. Anche per questo ci portiamo nel cuore le prodezze di Rossi”. “Credo sia importante ricordarlo – ha concluso il ministro -. Intitolargli lo stadio Olimpico? E’ un’idea che mi sembra bellissima, ma dovranno decidere le due società, Lazio e Roma”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03