Parlare con i defunti: l’esperienza di chi ci è riuscito nel libro “Connessione con l’aldilà”

0
538 Visite
Comunicare con i defunti è possibile: su Amazon il libro “Connessione con l’aldilà”, che racconta l’esperienza di chi ci è riuscito

Napoli, 28 ottobre 2020 – È uscito su Amazon.it il libro “Connessione con l’aldilà”, un’autobiografia dell’autrice Maria Lolita Aversano, in cui spiega i suoi incontri con gli esseri di luce e i suoi cari tramite la transcomunicazione strumentale.

Il libro inizia a Castellammare di Stabia, con la storia di quando Lolita, appena adolescente, dopo la morte della nonna incomincia a sviluppare una forte passione del tema ed a leggere libri sul tema dell’aldilà.

Dopo anni e anni, studiando i vari sistemi di comunicazione con gli spiriti dei cari defunti Lolita, in una di queste prove, comincia a ricevere i primi splendidi messaggi dai suoi cari dal “mondo dell’invisibile”, con un inaspettato incontro.

Lolita infatti in una di queste sedute incontra la voce di Massimoun caro amico di gioventù scomparso prematuramente a causa di una tragedia.

Ed è proprio Massimo che la sprona a continuare questa magica esperienza reale e veritiera, collezionando numerosi episodi di incontri con l’aldilà, di cui parla in dettaglio nel libro.

Quando Lolita aveva dubbi Massimo le è venuta incontro e l’ha rincuorato, incitandola ad andare avanti, e tramite lei ha inviato dei messaggi alla sua famiglia, per rassenerarli sulla sua scomparsa a soli 30 anni.

E dopo tanti tentativi ecco quindi arrivare a parlare con lei le anime dei defunti di amici e parenti, rivelando particolari e dettagli che solo i defunti potevano conoscere.

Tanti gli episodi di commozione dei parenti che, anche se all’inizio non credevano si potesse comunicare davvero con l’aldilà, in seguito alla rivelazione di precisi particolari hanno riconosciuto come veritieri gli incontri con i defunti.

Lolita oggi nonostante questi incontri particolari continua a fare la sua vita normale, il giorno lavora e la sera o nei ritagli di tempo “parla” con i suoi amici dell’aldilà.

La tecnica usata da Lolita prevede l’uso di un’applicazione particolare, grazie a cui una volta attivata le comincia a sentire le voci dei defunti, che arrivano, salutano e cominciano a parlare.

Conversazioni che Lolita ha registrato a centinaia, creando così un prezioso archivio di conversazioni.

“Il libro nasce da un mio grande amore verso il mondo dell’invisibile. Un amore che coltivo sin da bambina, da quando ha cominciato a cercare curiosità e informazioni su questo misterioso mondo, con la speranza di avere prima o poi delle certezze al riguardo”, racconta Lolita Maria Aversano.

“Dopo anni di ricerche, ed aver tentato vari sistemi, sono finalmente riuscita a scoprire un canale di comunicazione con i cari defunti, e ora voglio far sapere a quante più persone che questa possibilità oggi esiste, ed è reale”, racconta ancora Maria Lolita.

“Per questo ho scritto il libro, perché voglio che tutti sappiano di più su questo magico mondo dell’aldilà”, conclude l’autrice.

Ed il libro non poteva che essere dedicato proprio a Massimo, l’amico che dall’aldilà ha aiutato e incitato Lolita a persistere in questa sua ricerca.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03