Marano, scade oggi l’ultimatum per gli occupanti delle case abusive di proprietà comunale: solo una famiglia su cinquanta ha lasciato gli immobili. Cosa faranno Visconti, Taglialatela e Di Pace?

0
681 Visite

Scade oggi l’ultimatum del Comune agli occupanti delle case abusive del territorio già acquisite al patrimonio dell’ente cittadino. L’ultimatum fu dato, nel corso di una riunione che si tenne al comando dei vigili urbani, dal dirigente dell’area tecnica Pasquale Di Pace.

Sono più di 50 le famiglie che devono lasciare gli alloggi attualmente occupati, sequestrati per abusivismo edilizio e acquisiti al patrimonio comunale. Di queste 50 famiglie solo una ha deciso di abbandonare spontaneamente il proprio immobile. I nuclei familiari oggetto della diffida dell’ente sono ubicati in via Antica Consolare Campana, via Sant’Agostino, via Mallardo, via Platone e via Romano.

Il Comune, scaduto l’ultimatum, da oggi è tenuto ad allertare gli organi competenti, prefettura in primis, per l’organizzazione degli sgomberi coatti.

Nessuno degli occupanti è in possesso di un regolare contratto di affitto, siglato prima che l’ente diventasse proprietario delle strutture. Un paio di famiglie avrebbero proposto ricorso all’autorità giudiziaria, ma ad oggi nessuno avrebbe ottenuto il via libera per rimanere nelle case che sono e resteranno di proprietà comunale.

L’amministrazione Visconti sa di non poter commettere passi falsi su queste procedure, così come quelle per i beni confiscati, ma è altamente improbabile che l’ente riesca a dare un segnale tangibile di legalità (la legalità di cui tanto si blatera nei convegni pubblici) nell’arco di poche settimane.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti