Marano: differenziata, polizia municipale, casse comunali e tanto altro. Nessuna svolta nemmeno con Morra

0
1.486 Visite

Le percentuali di raccolta differenziata restano basse. A Marano, con commissari o sindaci, cambia poco: l’abitudine al riassetto, ovvero raccogliere tutta la monnezza in strada, che non doveva essere messa in quel giorno e con quella tipologia, prosegue. Lo si fa da anni e anni. Riassetto, zero multe, zero sanzioni anche ai commercianti. Se multi diventi impopolare e perdi voti, questo è il ragionamento medio del politico medio maranese.

Nessun cambio di rotta nemmeno con Morra dopo un anno di insediamento.

Va male su tantissimi fronti. Anche la polizia municipale, che seppur carente dal punto di vista dell’organico, si era contraddistinta per numerose operazioni (contro i ladri d’acqua e contro gli abusivi) durante la fine della gestione Visconti e i due anni di commissariamento, si è palesemente ammosciata. La questione comandante, con i ricorsi e contro ricorsi, ha inciso e non poco. Il sindaco, su tale versante, non ha assunto alcuna iniziativa di rilievo.

Sull’occupazione di suolo pubblico siamo tornati all’anno zero. Il Giudice di Pace continua ad essere fonte di spreco per le casse comunali. La questione scuola di San Rocco è un guazzabuglio che costerà carissimo all’amministrazione. Silenzi e silenzi sulla questione Pip e, soprattutto, sulle problematiche infrastrutturali e dei capannoni. Un complesso industriale per molti versi non a norma. Cattive notizie sembrano arrivare anche dalla relazione sottoscritta dagli ispettori inviati dal Ministero delle Finanze. Ci vorrà ancora tempo per uscire dalla condizione di dissesto finanziario. Allegria!

 

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti