Marano, beni confiscati alle associazioni. Maiello firma la determina che annulla le precedenti assegnazioni

0
1.842 Visite

In pieno agosto, con la determina numero 166 firmata da Luigi Maiello, sovraordinato del Comune e comandante ad interim (quindi per breve tempo ed esclusivamente in mancanza di un comandante di fatto) del comando vigili, il Comune di Marano ha annullato una precedente determina con la quale, al termine di un procedimento articolato e a tratti confuso, aveva assegnati beni all’associazione Terra Viva.

Il Comune aveva emanato la determina di assegnazione dopo aver ricevuto da Terra Viva, che già gestisce un altro bene sul territorio, il famigerato appartamento di Armando Del Core in via Recca, alcune istanze con la quale la suddetta richiedeva all’Ente di poter usufruire di ulteriori lotti. Nella determina alla fine si fa riferimento a quattro lotti, il 7, il 10, il 15 e il 16. Questi sarebbero quelli assegnati a Terra Viva, l’associazione che organizzò la manifestazione che vide la presenza dell’allora ministro Di Maio e che poche settimane fa, prima della pubblicazione della determina, ha premiato (a Marano) tra gli altri anche il comandante Maiello (come si evince dalla foto in cui compaiono Maiello, il professor Zambardino, in passato candidato dei 5 Stelle e il presidente di Terra Viva Salvatore De Maio).

C’è da evidenziare inoltre che Terra Viva, da mesi sta sollecitando l’ufficio tecnico comunale affinché revochi l’assegnazione di un bene, uno dei Simeoli ubicato in via Marano-Quarto, che il Comune ha assegnato all’associazione Samira, che in un anno e passa, tuttavia, non ha svolto ancora alcuna attività all’interno. Pare che nulla si sia mosso su questo fronte. Nulla, nonostante il bene continui a non essere utilizzato.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03