Bacoli, Della Ragione: “Quando arriverà il mio turno, mi vaccinerò per rispetto della comunità”

0
597 Visite

Non voglio entrare nella polemica sul vaccino. Ognuno scelga cosa fare della propria vita, rispettando quella altrui. Ciò che però non è più tollerabile è l’idea che questa pandemia sia tutta una farsa. Una sceneggiata. Smettetela. Basta. Non se ne può più. Li ho sentiti i pianti dei genitori che hanno perso i figli. O che hanno avuto paura di perderli, ricoverati in ospedale perché positivi al coronavirus. Ho sentito la disperazione di figli che hanno perso la mamma ed il papà. Ho ricevuto chiamate di persone esasperate perché non sapevano come stesse il nonno o lo zio, da giorni in terapia intensiva. Ho vissuto la sofferenza di chi è rimasto per settimane in isolamento domiciliare. Ho letto la rabbia di chi mi scriveva per ricevere il tampone, o il risultato di un test. Ho letto l’agonia di chi non ha potuto neanche dare l’ultimo saluto al proprio marito, prima che morisse. Solo, attaccato ad una macchina per respirare. Ho retto il cellulare al cimitero, per permettere ad una famiglia di vedere l’urna con le ceneri del caro estinto. Morto, cremato. In solitudine. Quando verrà il vostro turno, quanto potrete vaccinarvi, farete le vostre scelte. Io, se a qualcuno può interessare, lo farò. Per mia figlia, per la mia famiglia, per i miei genitori, per me. Per mia nonna che, per timore di contagiata, non vedo da mesi. Lo farò per rispetto della comunità in cui vivo. Io, quando arriverà il mio turno, mi vaccinerò. Ognuno sarà chiamato a fare una scelta. Ma nessuno metta più in dubbio questa pandemia. Non è una fiction. Non è commedia. È una tragedia collettiva. Che ha stravolto, per sempre, le vite di molti. E la psiche di tutti. Così, il sindaco di Bacoli Josi Gerardo Della Ragione.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03