Marano, Comune allo sbando ma i dipendenti festeggiano con incentivi, turnazioni, reperibilità e affidamenti di incarichi. Ecco il riassunto delle ultime settimane

0
1.920 Visite

Il Comune è allo sbando (e piange miseria a causa del dissesto finanziario) sotto tutti i punti di vista. La città è stracolma di problemi, gli uffici sono spesso l’incubo degli utenti, ma i dipendenti comunali di alcuni settori, in particolare tecnico, igiene urbana e polizia municipale, continuano ad incassare a più non posso incentivi, indennità di turnazione, straordinario, reperibilità e ogni altra “diavoleria” prevista (sia chiaro) dai contratti lavorativi.

Luglio (e non solo) è stato un mese foriero di “soddisfazioni” per alcuni comparti. Con la determina 486 dello scorso 4 agosto, vengono infatti erogati euro 5232 al personale dell’area tecnica per l’espletamento di lavoro straordinario a luglio. L’istruttoria viene firmata dall’ingegnere Giovanni Napoli, a capo del settore lavori pubblici, che già beneficia – al di là dello stipendio base e incentivi – anche dell’indennità per la posizione organizzativa (svariate migliaia di euro extra all’anno). L’atto finale, come da prassi, è a firma della dirigente dell’area tecnica Mucerino.

Con la determina 417 del 4 agosto, vengono erogati euro 913 in favore dei dipendenti del settore igiene urbana. Il riferimento è ai dipendenti (sorveglianti) Mimmo Abbatiello, Michele Del Prete e D’Avino Giuseppe. Somme liquidate a titolo di turnazione. Istruttoria firmata da Vittorio Iorio, dipendente dello stesso settore, e atto finale dall’immarcescibile Mucerino.

Con la determina 387 del 20 luglio, vengono invece liquidati euro 582 ai dipendenti Giovanni Napoli e Domenico Iorio, così ripartiti: 466 euro al primo, 58,29 al secondo. Fondi erogati a titolo di incentivi per la manutenzione degli impianti idrici e di sollevamento. Istruttore dell’atto è Maria Rosaria Passaretti, atto finale sottoscritto da Elena Mucerino.

Sempre il 20 luglio, con la determina 385 (adeguamento e messa in sicurezza delle strutture scolastiche) vengono liquidati euro 1855,71 al sempiterno Giovanni Napoli, responsabile del settore lavori pubblici e deus ex machina della macchina comunale, e al suo collaboratore Domenico Iorio. Fondi così ripartiti: 1518,31 a Napoli e 337,40 a Iorio. Istruttore dell’atto Maria Rosaria Passaretti. Atto finale sottoscritto da Elena Mucerino.

Con la determina 155 del 1 agosto, infine, vengono liquidate, al personale della polizia municipale, indennità di turnazione e reperibilità (mese di luglio) per un importo di 9 mila e 12 euro. L’estensore dell’atto è il maresciallo Ferrillo. Atto definitivo sottoscritto dal capitano Brigida Costa.

Nei giorni scorsi, invece, abbiamo proposto una sfilza di liquidazioni per incarichi tecnici, tra cui i 36 mila e passa euro (12 mila euro all’anno per tre anni) per il collaboratore dell’ufficio lavori pubblici Giovanni Paragliola (assistente rup igiene urbana) e i circa 40 mila euro (incarico tecnico) allo stesso Paragliola, incaricato per conto dell’ufficio in cui opera (lavori pubblici) di seguire, tra l’altro, anche le procedure di gara bandite a mezzo Me.Pa.

I poveri consiglieri comunali, invece, non dipendenti, in soli 3 mesi (da aprile a giugno) si sono “allisciati” la bellezza di 20 mila e 440 euro, dando fondo (molti di loro, non tutti) a tutte le loro risorse per essere presenti nelle “adorate” commissione consiliari ed intascare il “meritatissimo” gettone di presenza.

 

 

 

 

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03