La voce del cittadino. Marano, le mille criticità. “Sono un cittadino “stanco”, gli assessori rispondano ai quesiti”

0
2.037 Visite
Gentile Direttore,
Essendo un lettore del suo giornale, vorrei ringraziarla per il suo impegno nel denunciare le mancanze le criticità e sopratutto delle mancanze dell’ amministrazione comunale di Marano di Napoli.
Ho letto l’articolo riguardante le strisce blu. E sono alquanto basito delle dichiarazioni sconcertanti rese dall’assessore D’alterio. E sono allibito delle mozioni che questa amministrazione si accinge a discutere dopo il ” Lungo Periodo di Vacanze”. Ho deciso di scriverle in quanto stanco della totale mancanza di lucidità di questa amministrazione ( E di quelle precedenti) nell’individuare le vere priorità le criticità e le vere esigenze di Marano.
Probabilmente questa mi email le sembrerà polemica, e quindi non verrà neppure presa in considerazione. Ma io come residente e quindi contribuente  da 20 anni a Marano di Napoli, mi sento di essere in diritto di esprimere il mio pensiero, ponendo in maniera molto diretta ai vari assessori.
Prima di tutti:
dott. Paolo Castrese D’Alterio: Assessore a Personale, Affari generali, Polizia Municipale, Protezione civile, Viabilità, Patrimonio e Cimitero.
Ma davvero crede che la priorità per Marano siano le strisce blu? Quando:
Nella periferia, soprattutto San Rocco, come su tutto il territorio cittadino: Anche nelle vicinanze degli uffici della Polizia Municipale i problemi di viabilità, di rispetto delle più elementari norme del codice della strada, vengono completamente ignorate, anche a causa di non adeguati controlli da parte della Polizia Municipale ridotta a poche decine di vigili.
Le faccio alcuni esempi.
Si circola in auto, parlando al cellulare, senza cintura, in alcuni casi con i bambini sulle ginocchia, in alcuni casi senza copertura assicurativa, senza revisione, senza tassa, senza utilizzare i segnalatori di direzione, a velocità sostenuta. Per non parlare dei parcheggi, fatti da alcune persone, che parcheggiano l’auto anche in doppia fila, strafottenti consapevoli di bloccare la viabilità. Per non parlare delle moto, centauri senza casco che procedono a velocità sostenuta, incuranti di pedoni e automobilisti, consapevoli che non saranno puniti. Mancanza di segnaletica stradale e semaforica.
E l’assessore pensa alle strisce blu? Quando sul territorio vige la totale anarchia.
Al dott. Francesco Taglialatela: Vice Sindaco – Assessore a Urbanistica, Lavori Pubblici, Fognatura e sottosuolo, Fondi PICS.  Chiedo:
ing. Salvatore Perrotta : Assessore a Periferie, Fondi Europei, Politiche energetiche ed energie rinnovabili, Edilizia scolastica , Sport, Sanità, Commercio e Imprenditoria giovanile.
Potrebbe spiegare ai suoi sottoposti, che quando si fa un scavo in strada, vuoi per la rottura di condutture, o per altri motivi, non si dovrebbe coprire lo scavo con il brecciolino, e lasciarlo così a tempo indeterminato, perchè basta una giornata di pioggia e lo scavo diventa una voragine. “Vedi via Giordano Bruno (Il Bronx ), un tempo zona residenziale di Marano, oggi lasciata nel degrado più totale. Spazzatura, strade impraticabili, erbacce, alla mercè di ragazzi che scorazzano a velocità sostenuta a tutte le ore del giorno e della notte, sicuri della loro impunità. Come il parchetto fronte chiesa sempre in via Giordano Bruno, luogo ove i nostri figli dovrebbero giocare, e dove e praticamente impossibile, vista la mancanza di manutenzione, invasa da rifiuti, di tavolini e tende improvvisate da ignoti, che lasciano ogni genere di rifiuti, luogo di spaccio.
Allora chiedo agli assessori Taglialatela e Perrotta, siete consapevoli di questo degrado? Come avete intenzione di intervenire?
Infine vorrei chiedere all’Assessore
avv. Marinella de Nigris : Assessora ad Ambiente ed Ecologia, Avvocatura.
 
Consapevole dell’inciviltà di alcune persone e dei problemi con la ditta TEKRA: cosa intende fare a proposito dello sversamento indiscriminato di rifiuti di ogni genere in alcuni punti della città?
Vorrei dirle che fino a che non sarà intrapresa una guerra, di controlli anche con l’uso di telecamere, controlli serrati e sanzionando i trasgressori  a suon di multe pesanti, anche ai condomini, e istituendo la raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio di Marano di Napoli. Altrimenti ho paura che questo degrado non potrà che peggiorare.

Con tutto il rispetto parlando, vi suggerirei di rivedere in maniera seria le vere priorità e le esigenze della brave persone che pagano le tasse, rendendo questa città più vivibile, per tutti, senza scuse e proclami inutili. Bisogna fare e non proclamare. Sperando che questa Email risvegli le coscienze.
 
Grazie
Un cittadino stanco
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti