Marano, la vicepreside della Ranucci: “Nessuna discriminazione verso il bimbo autistico, i giochi erano inutilizzabili e sono già stati riacquistati”

0
2.935 Visite

La replica dei vertici della scuola Ranucci non si è fatta attendere. A rispondere all’articolo di Crc, radio che aveva lanciato la notizia senza tuttavia approfondire bene la vicenda, è la vice preside Maria Cerullo.

“Nel caso specifico – scrive la professoressa – le mamme che si sono rese disponibili, in maniera volontaria, a dare una mano al personale scolastico, hanno solo pulito il locale è, previa autorizzazione, hanno dimesso giochi, oramai inutilizzabili, che sono già stati riacquistati. Non esistono nella scuola giochi personali di singoli alunni, ma tutto è condiviso, nè stamane alcuna “crisi” si è verificata in sezione. I bambini della sezione avranno presto giochi nuovi con cui realizzare il loro percorso formativo in serenità”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti