A Marano, nella chiesa del santo patrono, il ricordo della consacrazione del nuovo altare maggiore

0
1.104 Visite

Domenica scorsa 17 novembre 2019, con una SS. Messa Solenne delle ore 12:15, i Sacerdoti Don Luigi Merluzzo e Don Giovanni Liccardo hanno rievocato un evento di portentosa eccezionalità, e cioè il ricordo della consacrazione del nuovo altare maggiore (aggiunto e niente modificato nell’architettura già preesistente) dall’allora Cardinale S.E. Arcivescovo Metropolita di Napoli Corrado Ursi, presso la Parrocchia Madre di Marano di Napoli, la San Castrese (Vescovo e Martire) nel 50° anniversario; altro particolare da non sottovalutare è il fatto che quel giorno 17/11/1969 Monsignor Pasquale Orlando festeggiava il suo 25° anniversario di Sacerdozio.

E per questa ricorrenza Monsignor Orlando regalava alla sua Parrocchia, in quanto Parroco della San Castrese, il nuovo altare maggiore, da lui fatto costruire in marmo (un’opera
architettonica di eccezionale rarità raffigurante anche angeli), e regalo, come detto, di Monsignor Orlando alla Parrocchia San Castrese in occasione della conclusione dei lavori apostolici del Concilio Vaticano II, voluto da Papa Giovanni XXIII, il Papa Buono, e portato a termine da Papa Paolo VI, prima della fine degli anni ’60 del XX secolo, e che prevedeva un altro altare in aggiunta a quella già esistente, dove sta il tabernacolo, non più confortevole a celebrare i Sacramenti di N.S. Gesù Cristo; inoltre la posizione corporea del Celebrante la Messa era diversa da quella attuale, con le spalle al Popolo di Dio, e quindi all’Assemblea dei Fedeli.

Il gesto di Monsignor Orlando, grande Teologo della Chiesa, è stato di straordinaria gratutità e bellezza, perché non solo ha esaltato l’attuale altare maggiore, ma nello stesso tempo ha anche esaltato il Popolo di Dio. Inoltre da quel giorno 17/11/1969 la
SS. Messa veniva celebrata tutta in italiano e non più in latino. Altra caratteristica (novità) è che al centro del nuovo altare si pone un mazzo di fiori (uno solo) insieme a due ceri accesi durante le Celebrazioni Eucaristiche, come hanno sempre fatto le famiglie
cattoliche nel giorno del Signore.

Vorrei altresì ringraziare nuovamente i due Sacerdoti Don Luigi Merluzzo e Don Giovanni Liccardo, non solo per la ricorrenza di questo evento del 17/11/1969, ma anche per le grandi emolto significative parole espresse durante la celebrazione eucaristica, ma soprattutto per aver ricordato a noi ed a più riprese il caratte sacrificale della divina liturgia, come fatto indiscutibile, e come atto di adorazione e di venerazione a Dio. Grazie per aver rievocato la Storia ed i Misteri di N.S. Gesù Cristo.

Con osservanza,
Cecere Salvatore

Accolito della Parrocchia San Castrese, e dell’intera Diocesi di Napoli
Mentre nella vita civile sono un pensionato.

Marano (NA) 20/11/2019

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti