Napoli, i dipendenti dell’hotel Una Napoli incrociano le braccia: “Inaccettabile deriva autoritaria da parte dei vertici dell’azienda”

0
983 Visite
Questa mattina i dipendenti Dell’Hotel ”UNA NAPOLI”, sito in Piazza Garibaldi stanno effettuando un presidio di protesta  davanti all’ingresso principale della sfavillante struttura alberghiera. I lavoratori addetti al ricevimento, ristorazione e reception hanno deciso di incrociare le braccia per l’intera giornata per le seguenti questioni;
– Denunciare il modello assolutistico utilizzato dall’azienda nell’organizzazione unilaterale dei turni e dei riposi settimanali che priva di fatto le lavoratrici ed i lavoratori del giusto diritto di conciliare la vita professionale con l’esigenza della vita privata
– Della mancanza di riscontro dei temi riguardanti l’attuale modello di organizzazione e gestione della sicurezza in azienda e nel rispetto del decreto legislativo 81/08.
– Chiusura al dialogo collettivo con i lavoratori da parte dei caposervizio e Direzione.
– Vessazioni ed abusi di potere, denigrazione sopratutto per i lavoratori che hanno scelto democraticamente la tutela di un Sindacato non confederale quale  ”USB CAMPANIA”
“È inaccettabile la deriva autoritaria assunta dall’azienda nella gestione dei turni e dei riposi in modo unilaterale – dichiara Adolfo Vallini dell’esecutivo Provinciale USB Lavoro Privato – senza alcun confronto con le organizzazioni sindacali, privando di fatto la possibilità ai lavoratori di poter conciliare la vita professionale, con quella privata e familiare. I lavoratori hanno il diritto di conoscere con ragionevole anticipo il proprio giorno di riposo, all’interno di una turnazione multiperiodale trasparente ed imparziale. Nella struttura è da tempo che respira un clima pesante con continue vessazioni, minacce e aggressioni, fisiche e verbali, nei confronti dei dipendenti i quali hanno prontamente denunciato questi indegni atteggiamenti. Restiamo disponibili al confronto per trovare soluzioni condivise per risolvere le diverse problematiche lavorative, in alternativa saremo costretti ad attuare ulteriori azioni di lotta e denuncia a difesa della dignità dei lavoratori”.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti