RAPPORTI DI COPPIA: 5 COSE CHE UN UOMO NON DEVE MAI FARE A LETTO

0
828 Visite

Quante volte ci è capitato che un momento di intimità venisse disturbato da un gesto, un atteggiamento, una parola che sarebbe stato meglio evitare? Il sesso e i momenti di intimità sono (purtroppo) legati a dinamiche molto delicate, equilibri sottili, profumi, sensazioni molto facilmente perturbabili. Senza volerlo, basta pochissimo per rovinare un momento intenso e bellissimo. E trasformare un’esperienza da ricordare con tenerezza e passione in una scenetta fantozziana da dimenticare.

A questo proposito ho intervistato un campione di 25 donne, tra i 29 e i 42 anni, sessualmente attive, suddivise tra single, sposate, e fidanzate, e ho chiesto loro che cosa un uomo non dovrebbe mai fare a letto. Ecco quindi un vademecum: cinque consigli che gli uomini dovrebbero seguire se vogliono lasciare un bel ricordo di sé, di quella notte insieme, di quella storia d’amore di una sera, di un’estate o di tutta una vita.

No agli schizzinosi

Gli schifiltosi a letto non vanno bene, mettono a disagio. Aperta parentesi: ovviamente mi sto riferendo a una situazione in cui i corpi sono gradevolmente e piacevolmente coccolabili, cioè a una coppia in cui entrambi i partner curano il proprio il igiene. Chiusa parentesi.

Non bisogna vergognarsi di fare qualcosa, porsi remore o tentennare di fronte al sesso orale, ai baci spinti, al libero fluire della passione. Durante il sesso si suda, sì, tutti e due. Il sudore fa parte di questa esperienza magica. C’è la saliva e ci sono i fluidi corporei: è bello, è così. Non sentirsi a proprio agio e trasmettere questa sensazione alla partner (vale per entrambi) può creare delle difficoltà. Delle dissonanze, un disequilibrio sottile che intacca la passione e soprattutto il piacere.

L’amplesso non si conclude quando viene lui

Può succedere che lui raggiunga l’orgasmo prima di lei. Vietato concludere il rapporto così. Una donna ha fisiologicamente bisogno di molto più tempo per raggiungere l’orgasmo rispetto all’uomo. Non disperiamoci: ci sono tanti modi per ovviare a questa differenza.

La soluzione numero uno è concentrarsi sui preliminari (lui a lei), in modo che lei sia eccitatissima al momento della penetrazione ed abbia bisogno di meno tempo per raggiungere il piacere. La soluzione numero due è recuperare le forze e, ora che siete venuti, fate venire lei. Concentratevi su di lei, ascoltatela, chiedetele che cosa le piace, di che cosa abbia voglia in quel momento, e procedete! Nessuna donna vive male il fatto che un uomo venga prima di lei (davvero è così), a patto che non la molliate li, eccitata e abbandonata tra le lenzuola. Siamo in due, siamo nudi, siamo qui per quello, spassiamocela tutti e due.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti