Cardarelli, manca il personale e i posti letto

0
564 Visite

Carenza di personale. Medici chiamati a coprire i turni da altri reparti con conseguente rallentamento delle procedure di dimissioni. Sovraffollamento dei pazienti ricoverati nell’unità di osservazione breve intensiva, in attesa che si liberi un posto letto per il ricovero. L’estate delicata del pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli di Napoli ha le sembianze di una cane che si morde la coda. E l’emorragia di medici che abbandonano il campo verso specializzazioni meno stressanti e più appetibili non si arresta.

«Dovremmo essere al di sopra delle 50 unità mentre oggi siamo intorno ai 33-34 medici ,e purtroppo le prospettive non sono buone perché altri colleghi stanno per andare via – denuncia Giuseppe Visone, delegato per la Cgil medici Cardarelli, anche lui in attività al pronto soccorso – Un medico che lavora in emergenza, come è successo a noi nei mesi scorsi, non può avere in osservazione breve 100 pazienti, perché questo significa che il personale, oltre la pressione numerica di persone che afferiscono al pronto soccorso, non riesce a trasferire nei reparti gli ammalati che devono andare a ricovero».

Il Mattino

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti