Umido e indifferenziato, a settembre sarà paralisi completa per tanti comuni. Ecco i motivi

0
2.060 Visite

“Ai Comuni chiedo di collaborare e di mettere a disposizione gli spazi per stoccare i rifiuti. E lo garantisco: entro gennaio i siti saranno liberati. Abbiamo già fatto le gare per portare fuori regione la spazzatura che si accumulerà nel periodo di fermo del termovalorizzatore di Acerra»: Gabriele Gargano, amministratore unico della Sapna (la società partecipata della Città Metropolitana che si occupa di smaltire l’immondizia), rivolge un appello alla collaborazione. E offre garanzie. Ma a Marigliano, individuato come sito alternativo a Giugliano e Acerra, non si fidano e minacciano battaglia.

Le prospettive non sono rosee: molti comuni non sanno dove smaltire l’umido. I siti sono saturi, alcuni, quelli del nord, non vogliono saperne nulla della frazione organica dei comuni meridionali, definita di non buona qualità. Poi tra qualche giorno si fermerà anche il termovalorizzatore di Acerra e anche l’indifferenziato andrà in crisi per un mesetto, forse più. Umido e indifferenziato, per i comuni della provincia di Napoli si preannuncia un settembre più caldo di agosto.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti