Marano, gli abusi (edilizi e ambientali) di via Corree di Sotto: ecco a che punto è l’iter e il consigliere che si è schierato con gli illegali

0
927 Visite

I fatti sono i seguenti: moltissimi immobili di via Corree di sotto, costruiti nei decenni scorsi o anche qualche mese fa, mai notati dall’ufficio tecnico o dalle forze dell’ordine, sono abusivi. Quasi tutti sversano liquami nell’alveo dei Camaldoli e solo per questo meriterebbero di essere quanto meno denunciati penalmente.

Poi ci sono coloro che hanno ottenuto la concessione edilizia, dopo apposita sanatoria, ma sversano ugualmente nel canalone, attraversato da acqua bianca mista a liquami che termina la sua corsa nel litorale giuglianese.

I controlli sono stati avviati, il Comune ha individuato alcuni condotti illegali (non tutti) ma non ha ancora chiuso lo scarico finale. Si accinge, invece, a notificare agli illegali sanzioni amministrative e diffide. Non chiude ad horas gli scarichi, avete capito bene, ma diffida affinché gli irregolari si dotino di pozzi neri. I carabinieri sono al corrente di tutto e anche i vigili.

Nelle ultime ore un consigliere comunale di maggioranza, quello molto attivo, avrebbe platealmente protestato: “Niente chiusura delle condotte illegali – ha tuonato – stanno qui da 40 anni. Ma solo sanzioni amministrative”. Per il resto no comment. Controlli, indagini da chi per decenni ha tollerato tutto.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti