Conte: l’autonomia si farà, ma la scuola resta fuori

0
83 Visite

L’autonomia si farà, ma senza coinvolgere l’istruzione: lo annuncia il premier Giuseppe Conte al termine del Consiglio dei ministri, nel corso della solita conferenza stampa per illustrare i provvedimenti. In realtà l’autonomia non è ancora passata- «Il disegno si sta realizzando con le garanzie che ho sempre richiesto, ci saranno incontri anche la prossima settimana»- ma il primo importante paletto è stato messo, ed è quello sulla scuola: «Non possiamo pensare che l’Autonomia differenziata significhi frammentare questo modello- spiega Conte – Probabilmente i governatori interessati non avranno tutto quello che hanno chiesto ma ci sta, è un negoziato tra Stato e Regioni». Passa dunque la linea del M5S, che aveva sempre osteggiato l’autonomia «spinta» caldeggiata dal ministro dell’Istruzione Marco Bussetti. E il timore delle migliaia di insegnanti e dei sindacati, che temevano un’Italia divisa in due da stipendi differenziati, sembra scongiurato. Se resta un nodo politico, annuncia il premier, è quello dei beni culturali. Ma il «clima resta sereno e proficuo», assicura, «ed è così sempre quando ci siede a un tavolo con la predisposizione di lavorare».

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti