Angela Merkel fa la predica all’Italia, ma in Germania la polizia ha il diritto di uccidere chi non si ferma ai controlli e fugge

0
106 Visite

Paese che vai, legge che trovi: in Germania la polizia è autorizzata a spararti se non ti fermi a un controllo stradale e fuggi. L’autorizzazione prevede che gli agenti possano colpire alle gambe, ma, in casi estremi, si può anche uccidere. Insomma, per Berlino nessun caso di eccesso di difesa. Dal 1952 sarebbero almeno 501 le persone, che hanno tentato di evitare l’arresto, uccise dalle forze dell’ordine. Eppure – sottolinea Il Giorno – i tedeschi non difendono Salvini. Tranne qualche rara eccezione nel partito di estrema destra Alternative für Deutschland.

La situazione in quel di Berlino è però cambiata dopo che nel settembre del 2015, Angela Merkel non ha chiuso le frontiere innanzi all’esodo dei disperati. E così oggi sono oltre un milione e 800mila gli immigrati. Troppi in poco tempo, tanto da far scatenare l’ira dei cittadini. La tesi che i profughi avrebbero risolto il problema della mancanza di mano d’opera si è infatti dimostrata irreale: oggi solo il 25 per cento dei nuovi arrivati ha trovato un’ occupazione, ma ben pochi possono svolgere i lavori qualificati di cui ha bisogno l’industria. Così l’accoglienza senza limiti ha destabilizzato il Paese, che oggi non tornerebbe più a votare la Grande Coalizione.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti