Anteprima Terranostranews: scarcerato “Ciaulone”, ras del cemento. Era al 41 bis

0
7860

E’ stato scarcerato poco fa Antonio Simeoli, alias Ciaulone, ras del cemento di Marano. L’uomo, da anni in regime di 41 bis, era stato condannato in appello a dodici anni e sei mesi di reclusione. Fondatore della Sime costruzioni e di altre società edili, è ritenuto dai magistrati napoletani affiliato al clan Polverino. I motivi della scarcerazione di Simeoli, costruttore di punta tra gli anni Novanta e i primi anni Duemila, sono legati ad aspetti formali: scadenza dei termini di custodia cautelare. “Ciaulone” fu arrestato a Marano nell’ottobre del 2013, insieme con i figli Benedetto e Luigi, da mesi ai domiciliari. Luigi, lo scorso 13 giugno, ha ricevuto un medesimo ordine di scarcerazione per “inefficacia della misura cautelare in atto”. Secondo i collaboratori di giustizia, Roberto Perrone e Biagio Di Lanno, “Ciaulone era il dominis dell’edilizia maranese e riusciva, anche attraverso agganci politici, a controllare l’ufficio tecnico del comune di Marano”. Seguono aggiornamenti.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti