“Le parole del cuore”, al Segrè di Marano la premiazione degli “studenti-poeti”

0
99 Visite

Mercoledì 5 giugno, presso l’aula Magna del liceo scientifico Segrè di Marano, alla presenza
della dirigente Maria Rosaria Cetroni al suo ultimo anno al liceo, del rappresentante dei genitori Rosario Avallone, e dei genitori degli alunni, si è tenuta la cerimonia di premiazione della terza edizione del concorso di poesia “Le parole del cuore”, ideato e curato dalla prof.ssa Rita Cottone, docente di scienze motorie, che sebbene “a distanza” per motivi di salute, ha coordinato e organizzato un’ impeccabile edizione del Premio.

“La poesia è cultura, è emozione, è raccontarsi, è esternare sentimenti come rabbia, dolore, amore, sofferenza, speranza, felicità- spiega con trasporto la prof.ssa Cottone mentre le brillano gli occhi – ed è questo che i ragazzi del liceo Segrè hanno fatto anche quest’anno con grande sensibilità”.

Quattro le sezioni del concorso: a) Poesia in lingua italiana a tema libero; b)poesia a tema
obbligato su un’aforisma di Hermann Hesse La felicità è amore, nient’altro; c) poesia in lingua inglese a tema libero; d) testo a tema obbligato su un pensiero di Primo Levi “L’Olocausto è una pagina del libro dell’Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria”.

Due le giurie che hanno analizzato i testi: una giuria tecnica e, novità di questa edizione, una giuria di ex-allievi del liceo. La giuria tecnica, presieduta dalla prof.ssa Rita Cottone è stata costituita da tre membri esterni, Vincenzo Galluzzi, medico in pensione, poeta, scrittore e curatore del Premio nazionale di poesia “Majje Dde le Defenze” di Lucito (CB); Angela Mallardo docente, giornalista, scrittrice e promotrice di eventi culturali; Fausto Marseglia, dirigente scolastico in pensione e pluripremiato poeta; e tre professori interni: la prof.ssa Maria Verde, docente di storia e filosofia e referente del progetto per quest’anno scolastico , e i professori Maria La Ragione e Vincenzo Fabbricatore per la sezione di lingua inglese.

La giuria dei giovani, presieduta da Giovanni Vollaro, era formata da Armando Carbonaro,
Pasquale Esposito, Claudio Galantuomo e Guido Palumbo. Proprio questi ultimi, rivolgendosi ai partecipanti hanno testimoniato le proprie esperienze personali sia come autori di libri di poesie e romanzi ( Pasquale Esposito e Armando Carbonaro) sia come giurati che hanno ricevuto straordinarie emozioni dalla lettura dei testi da giudicare, affermando che comporre poesie e partecipare a un concorso è “un’importante esperienza di vita” e spronando i ragazzi ad esprimersi ancor di più attraverso la scrittura dimostrando il coraggio di non reprimere i propri sogni.

“Invitando gli ex-alunni – spiega la prof. Cottone – ho voluto dare continuità all’esperienza dei nostri giovani poeti delle scorse edizioni affidandogli il ruolo di giurato. Il risultato è stato molto soddisfacente – continua – perché i ragazzi hanno lavorato con molta responsabilità e competenza, cogliendo sfumature diverse rispetto agli adulti e sapendole motivare”.

La manifestazione si è aperta con la proiezione di un video realizzato dalla prof. Cottone, un mix di immagini degli anni precedenti con partecipanti e vincitori, accompagnate da una giusta riflessione. “Non importa chi sarà il vincitore di quest’ anno, nè il meritevole: chi vince è la POESIA e la sensibilità cresciuta in voi, tale da rendervi tutti SPECIALI”.

Al video è seguita la drammatizzazione del testo della prof.ssa Cottone “Libera nel buio” che tratta della violenza sulle donne recitato dagli alunni Chiara Cerasuolo, Silvio Corridore e Bianca De Vivo con la collaborazione di Roberto Romano e Mario Ferrillo, un tema che nella stessa mattinata è stato approfondito con l’istallazione di una panchina rossa nelle aiuole della sede di Marano e con il linguaggio della danza in palestra mediante una performance del gruppo di “Danza sportiva” del liceo sulle note di Fiorella Mannoia, a cura delle proff.sse Mallardo e Baiano, tema, quello della violenza di genere, che annualmente viene riproposto insieme a quello del bullismo, per mantenere viva l’attenzione su questi gravosi problemi sociali.

“Siamo tutti entusiasti di queste importanti iniziative culturali – dichiara la dirigente – e grati alla prof.ssa Cottone per l’impegno e per la passione verso la poesia che è riuscita a trasmettere ai nostri alunni in questi anni, sia con il concorso interno “Le parole del cuore” sia con le partecipazioni a iniziative esterne dove non sono mancati importanti riconoscimenti come quelli avuti negli anni scolastici 2017/18 e 2018/19 nel concorso internazionale di poesia “Città di Arpino” che ha visto alcuni nostri alunni sul podio”.

Di seguito tutti i vincitori di questa terza edizione:
SEZ A TEMA LIBERO (3 premiati)
3°posto REBECCA MIGLIORE classe II B con la poesia: SOFFOCANTE MA FELICE
2°posto IRENE RUSSO classe VBM(Mugnano) con la poesia LA RIVA
1° posto GIUSY RUGGIERO classe 3°A con la poesia UN BAMBINO IN FASCE
SEZIONE B TEMA OBBLIGATO (2 premiati)
2°premio ELENA D’AGNELLI classe 5 BM con la poesia AMARE È IMMENSA FELICITÀ
1° posto FEDERICO SPERANZA classe II A con la poesia ALLA RICERCA DELLA FELICITÀ
SEZ C POESIA IN LINGUA INGLESE (2 premiati)
2°posto: ANTONIO FRATE classe VBM con la poesia HOLLOW
1° posto SARA MESSINA classe 5AM con la poesia PLEASE, DO SOMENTHING!
SEZIONE D BRANO A TEMA OBBLIGATO (un premiato)
CHIARA CERASUOLO classe 5B con il brano : UNA VITA SPEZZATA
La giuria GIOVANI formata dagli ex-allievi ha invece decretato i seguenti vincitori:
1° posto Raffaele Barrella classe 2D con la poesia UN DIO CHE SI ILLUSE
Menzione speciale a Roberta Verde classe 5C con la poesia LA MEMORIA DEI NUMERI
Menzione speciale a Sabrina Ruggiero classe 5B con la poesia TU.

E ancora, menzione per “Me” di Bianca De Vico e “La Riva” di Irene Russo.

Altra novità di quest’anno è stata l’introduzione di due riconoscimenti speciali:
Premio Presidente di giuria a Bianca De Vivo classe 5C con la poesia ME
Premio Dirigente Scolastico a Rebecca Migliore classe2B con la poesia SOFFOCANTE MA FELICE.

c.s. liceo Segrè

 

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti