Fuga dal Comune di Marano atto terzo: via il funzionario Scotto e la segretaria generale. Senza personale adeguato “non sarà possibile cantare messe”

0
1078

Antimo Scotto, Livia Letizia, Vincenzo Brasiello, Michela Romano, Paola Cerotto, Claudia Gargiulo, Tiziana Di Grezia, Gerardo Rosania, Davide Ferriello, Vito Casamassima. Sono alcuni dei dipendenti che hanno deciso di lasciare il comune di Marano (negli ultimi anni) e in alcuni casi l’ente non si è nemmeno opposto.

A questi e tanti altri si aggiungono i dipendenti sospesi, i vigili rinviati a giudizio (ben cinque), i licenziati e quelli, almeno 15, che usufruiranno della cosiddetta quota 100. La vera, grande grana del comune, come scrivemmo a più riprese prima delle elezioni, è quella del personale. Ancor più del dissesto finanziario. Senza personale adeguato, per numero e qualità, l’amministrazione Visconti non ha alcuna chance di successo, anche perché la squadra amministrativa non è certo composta da fenomeni. Occorre un grande piano per il rilancio del municipio. Trovare il modo, nonostante i vincoli derivanti dal default e dal patto di stabilità, per reperire risorse nuove e motivate.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti